Giro dell’Assietta da Pourrieres, Val Chisone

Di GIANCARLO COSTA ,

Apertura Giro Assietta da Pourrieres
Apertura Giro Assietta da Pourrieres

Dopo aver già descritto l’itinerario Giro dell’Assietta in bici.news con partenza e arrivo da Susa salendo per il Colle delle Finestre, questa volta tocca al versante della Val Chisone e al tracciato più in quota che tocca il Ciantiplagna (quota 2849m) con un po’ di portage per la vetta, oppure 2750m se si rimante sulla mulattiera pedalabile. Itinerario spettacolare per il panorama sulla Val Chisone e la Val di Susa, spaziando dal Monviso alle Alpi francesi del Delfinato.

Descrizione Itinerario Giro dell’Assietta da Pourrieres

Dalla tangenziale di Torino, seguire per Pinerolo, quindi prendere la statale per il Sestriere. A Pourrieres (quota 1450m), dopo un Bar tabaccheria e alimentari sulla sinistra è presente un parcheggio dedicato ai ciclisti con apposito cartello, dove si può parcheggiare.

Dal parcheggio cercare l’indicazione per il Colle delle Finestre e iniziare a salire sulla strada asfalta fino al Pian dell’Alpe dove si collega anche la strada sterrata che sale da Pra Catinat. Prima di giungere al Colle delle Finestre una deviazione sulla sinistra in corrispondenza di una casetta con sbarra di legno rappresenta il punto in cui si abbandona l’asfalto con inizio del tratto sterrato di salita. Comunque il Colle delle Finestre dista pochi minuti e vale la pena raggiungerlo per poi ridiscendere ed iniziare il lungo viaggio sulle mulattiere e gli sterrati dell’Assietta. E’ un percorso completamente pedalabile, con un minimo d tecnica di guida della MTB, che richiede solo un buon allenamento sulla distanza e alla quota, visto che è quasi completamente oltre i 2000 metri
Imboccare la strada militare, dove si trova una sbarra in legno solitamente chiusa, sempre pedalabile, si raggiunge quindi il Dente della Vecchia e successivamente l’Eliografo della Punta del Mezzodì. Se il tempo è bello, i panorami sono stupendi a 360°. Continuando a pedalare in direzione del Sestriere, a quota 2750m circa si incontra il sentiero che porta alla cima del Ciantiplagna (quota 2849m), altrimenti si prosegue lungo la strada militare evitando la vetta.
Si continua per il Colle delle Vallette, Caserma Gran Serin, Forte Gran Serin, il Colle dell’Assietta; dopo il Colle dell’Assietta è possibile fare un pit-stop a Casa Assietta-Rifugio Jack Canali, per rifocillarsi e ricaricare le batterie delle eventuali e-bike. Si continua per il Colle Lauson, Col Blegier, passo il Genevris, Colle Costa Piana, Col Bourget ed il Col Basset. Da qui si arriva a Sestriere, nella zona dell’area Camper.

La nostra discesa è continuata su strada fino al ritorno del parcheggio di Pourrieres, oppure se si vuole completare il giro completamente su sterrate e sentieri, scendere lungo le piste da sci, si passa per Borgata, Pattemouche, le frazioni di Pragelato, Souchères Basses, Fraisse e il Lago di Pourrieres, da dove si ritorna al parcheggio di Pourrieres.

Dislivello 2000m
Quota partenza 1450m
Quota vetta/quota 2750/2849m
Lunghezza 67km

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti