Van der Poel e Brand vincono a Hoogerheide, la Coppa del mondo a Vos e Aerts

Di GIANCARLO COSTA ,

Il belga Toon Aerts vincitore della Coppa del mondo di Ciclocross (foto cyclingnews)
Il belga Toon Aerts vincitore della Coppa del mondo di Ciclocross (foto cyclingnews)

L’olandese Lucinda Brand ha vinto la prova di Coppa del Mondo casalinga a Hoogerheide con 9 secondi di vantaggio sulla statunitense Katherine Compton, che ha tentato fino all’ultimo di rovinare la festa alle atlete orange. Marianne Vos, con il terzo posto a 26”, ha messo in bacheca l’ambita Coppa del Mondo versando sul piatto 559 punti contro i 418 della belga Sanne Cant, quarta a 28”, e i 400 della connazionale Annemarie Worst. Eva Lechner, 16a a 1’57”, è nona con 348 punti. Alice Maria Arzuffi ha fatto meglio della Lechner a Hoogerheide piazzandosi al 14° posto a 1’35” di distacco dalla vincitrice. In Coppa del Mondo termina al 12° posto. Francesca Baroni è 33a a 3’42”.

Nella gara maschile il campione europeo Mathieu Van der Poel ha onorato come previsto questa prova finale di Hoogerheide intitolata a suo padre Adrie dominando alla sua maniera. Il fenomenale campione olandese ha preceduto di 13” il belga Toon Aerts e di 32” l’iridato Wout Van Aert, che deve così cedere la Coppa al connazionale per due soli punti, 615 contro 613. Terzo Van der Poel con 480 punti, che ora punta decisamente al mondiale di Bogense,in programma tra una settimana in Danimarca, dopo aver vinto il Superprestige e il Trofeo DVV. Lontano dai primi, fuori dal vivo della lotta, Gioele Bertolini, 41° a un giro dal vincitore, seguito da Cristian Cominelli, 44° dell’ordine d arrivo.
Nella gara under 23 Jakob Dorigoni ha sfiorato il podio. L’azzurro è stato protagonista con il vincitore Eli Iserbyt nei primi giri, poi ha dovuto mollare la ruota del belga che si è imposto con 42” di vantaggio sul francese Antoine Benoist, 44” sul britannico Ben Turner e 52” sull’italiano.

Fonte federciclismo

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti