Umbria Challenge: a Pianello (PG) successo di Leopoldo Rocchetti

Di MARCO CESTE ,

Il podio
Il podio

Un errore di Francesco Casagrande, che aveva dominato la gara sin dai primi chilometri, ha spianato la strada a Leopoldo Rocchetti (Team Cingolani-Specialized), che ha chiuso in 1h 59'25" con una velocità media di 21,605 Km/h. Alle sue spalle la volata per il secondo posto ha visto prevalere Serghei Mikhailouski (Mondobici Fermignano) su Roberto Crisi (Kento Racing Team). Per la terza volta consecutiva, dunque, Mikhailouski è secondo a Pianello: aveva infatti conquistato il secondo gradino del podio già nel 2011 e nel 2012. Il percorso di gara, come da tradizione, ricalcava parte del sentiero francescano Assisi-La Verna e lungo il tracciato non sono mancate le sorprese per i biker, ormai un marchio di fabbrica del Velo Club Pianello: dopo le ballerine cubane (2008), la nevicata artificiale (2009), la danza del ventre (2010), la spiaggia allestita sul Chiascio (2011) e la discoteca anni ‘70 (2012), quest’anno i biker hanno combattuto l’afa e le alte temperature grazie al passaggio in bici sotto una vera e propria doccia a cielo aperto allestita per l’occasione lungo il tracciato. Riconfermato poi anche per questa edizione il passaggio all’interno del castello medievale di Verocondo e la mitica salita dell’Impiccato con pendenze veramente impegnative negli ultimi metri (attorno al 20-25%). Tra le tante novità proposte per l’edizione 2013 il videoclip personalizzato per tutti i biker realizzato con immagini registrate nei punti più caratteristici del percorso, la classifica in tempo reale su maxi-schermo all’arrivo e on-line e il diploma di gara. I biker hanno apprezzato in modo particolare il percorso di gara che quest’anno si è arricchito di parti inedite, su tutte il tecnicissimo single-track del Cavatappi, una esse su uno stretto sentiero in discesa e con due contropendenze consecutive. Nel percorso corto, riservato alla categoria Giovani, affermazione per Tomas Segatori (Cavallino A.S.D.), che ha chiuso in 1h 34'45'' davanti a Diego Tortori (Team Cycling Città di Castello) e Andrea Paoloni (PRD Sport). La XII edizione della Medio Fondo del Chiascio - “Memorial Monia Moscatelli” ha fatto registrare numeri da record con oltre 400 biker al via, un exploit che dà seguito a quello storico del 2012. La gara, oltre che come 3ª prova del circuito Umbria Challenge, era valida anche come prova conclusiva dell’Italian 6 Races.Leopoldo Rocchetti (Team Cingolani-Specialized), vincitore della XII edizione della Medio Fondo del Chiascio: «Rispetto allo scorso anno il percorso aveva diverse parti inedite e a mio avviso il tracciato ha acquistato molto sotto il profilo della spettacolarità. Ora ci sono diversi tratti tecnici, soprattutto in discesa: la gara è stata dura e divertente al contempo. Sono felice di questa mia affermazione, considerando i tanti atleti di livello presenti al via».Tomas Segatori (Cavallino A.S.D.), primo nel percorso corto: «Un percorso davvero duro ed impegnativo, specialmente nel punto in cui si guada il fiume Chiascio. Sono riuscito ad imporre il mio ritmo sin dalla prima salita ed ho condotto una gara in solitaria fino al traguardo. Per me questo è un bel successo in una manifestazione così prestigiosa».Carlo Roscini, presidente del Comitato Regionale Umbria della Federazione Ciclistica Italiana: «L’Umbria Challenge continua a stupire ritagliandosi sempre più un ruolo di primissimo piano nel panorama della mountain bike italiana e di questo il Comitato Regionale della Federciclismo non può che esserne orgoglioso. Il Velo Club Pianello ha svolto come sempre un ottimo lavoro con la Medio Fondo del Chiascio, dando prova di straordinarie doti organizzative. Senza dubbio un altro successo per tutto il movimento ciclistico umbro, che dimostra di essere in grande ascesa».Piero Grilli, presidente del Velo Club Pianello, società organizzatrice della manifestazione: «Siamo molto soddisfatti della partecipazione da record di questa edizione. Il mio ringraziamento va ai ragazzi del Velo Club, che con grande entusiasmo si sono buttati di nuovo in questa avventura straordinaria, proponendo anche un nuovo tratto nel percorso di gara all’interno del bosco. Manifestazioni come questa contribuiscono a valorizzare un territorio straordinario come il nostro, una zona di confine tra i comuni di Perugia, Assisi, Gubbio e Valfabbrica ricca di storia e di bellezze ambientali».

LE MAGLIE ARANCIO DI LEADER

Questi gli atleti che guidano la classifica provvisoria dell’Umbria Challenge MTB dopo la terza delle sei prove in programma e che domenica prossima a Cantalupo di Bevagna (PG) dovranno difendere le maglie arancio di leader di categoria:GIOVANI: Diego Tortori (Team Cycling Città di Castello) JUNIORES: Luca Sabatini (MTB Grotte di Castro)W1: Laura Sopranzi (Centro Bici Team Terni)W2: Zhanna Griga (MTB Club Spoleto)ELITE/U23: Leopoldo Rocchetti (Team Cingolani-Specialized)ELITE SPORT: Leonardo Caracciolo (Centro Bici Team Terni)MASTER 1: Fabio Marinelli (G. S. AVIS Gualdo Tadino)MASTER 2: Marco Panzolini (Cicli Clementi)MASTER 3: Dario Mostarda (Centro Bici Team Terni)MASTER 4: Mirco Cetra (U. C. Petrignano)MASTER 5: Alviero Scattini (Testi Cicli)MASTER 6+: Stefano Sarti (La Base Terni)
PROSSIMI APPUNTAMENTI - Ora il circuito Umbria Challenge MTB è davvero pronto ad entrare nel vivo. Domenica prossima 25 agosto il prestigioso circuito umbro torna con la quarta prova in programma: è la Medio Fondo Colline del Sagrantino, in programma a Cantalupo di Bevagna (PG) ed organizzata dal Gruppo Ciclistico Bevagna (www.gruppociclisticobevagna.it) in collaborazione con la Pro loco di Cantalupo e Castelbuono.A chiudere l’edizione 2013 dell’Umbria Challenge saranno poi la Gran Fondo del Tarabuso a Colfiorito (PG) il 29 settembre e la Gran Fondo dell’Antica Carsulae a San Gemini (TR) il 20 ottobre.

Nicola Freddii - federciclismo



Può interessarti