Tour de France: il primo acuto in salita è di Roglic a Orcières-Merlette, Alaphilippe ancora in maglia gialla

Di GIANCARLO COSTA ,

Primoz Roglic vincitore a Orcieres Merlette (foto cyclingnews)
Primoz Roglic vincitore a Orcieres Merlette (foto cyclingnews)

Il primo arrivo in salita di questo Tour è nel segno di Primoz Roglic, che vince con uno sprint imperioso sul gruppo dei migliori, dimostrando di essere decisamente pronto per la sfida con Egan Bernal.
La sua partecipazione al Tour de France era in dubbio a causa delle conseguenze della caduta al Critérium du Dauphiné, ma il campione sloveno ha fugato ogni dubbio oggi sul traguardo di Orcières-Merlette, portando a casa la sua terza vittoria nella corsa francese, dopo essersi imposto a Serre-Chevalier nel 2017 e Laruns nel 2018.
Alle sue spalle ha completato la doppietta slovena Tadej Pogacar. Il francese Guillaume Martin ha occupato il terzo gradino del podio di giornata, mentre Julian Alaphilippe, quinto sul traguardo, conserva la maglia gialla.

LA GARA - 172 corridori hanno preso il via della tappa 4 a Sisteron. Sei attaccano subito dopo lo start: Nils Politt e Krists Neilands (Israel Start-Up Nation), Mathieu Burgaudeau (Total Direct Energie), Alexis Vuillermoz (AG2R-La Mondiale), Tiesj Benoot (Sunweb) e Quentin Pacher (B&B Hotels-Vital Concetto). Nessuna reazione da parte del gruppo. Vuillermoz, il più alto in classifica dei corridori in fuga (3’53" su Alaphilippe), è maglia gialla virtuale quando il vantaggio arriva a quattro minuti. Ma la Deceuninck-Quick Step fa buona guardia e annulla la fuga a 7,5 km dalla fine dell'ultima salita a Orcières-Merlette.

Ci prova Pierre Rolland (B&B Hotels-Vital Concept), a 4,5 km. Il francese resta avanti solo per 600 metri prima di essere ripreso. La Jumbo-Visma sa che il suo capitano vuole puntare al successo ed alza il ritmo, soprattutto con Wout van Aert e Sepp Kuss, che spianano la strada per Roglic.

Fonte federciclismo

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti