Superprestige: Arzuffi e Lechner doppietta a Boom, Toon Aeerts vince la gara maschile

Di GIANCARLO COSTA ,

Podio femminile Superprestige a Boom
Podio femminile Superprestige a Boom

Memorabile impresa delle azzurre Alice Maria Arzuffi e Eva Lechner nella seconda prova del Trofeo internazionale Superprestige di ciclocross che ha avuto svolgimento a Boom (Belgio), alla vigilia della prova di Coppa del mondo di ciclocross in programma a Berna (Svizzera).
La splendida Arzuffi, già vittoriosa in una prova del Superprestige la passata stagione, ha sferrato il suo attacco decisivo nel corso del penultimo giro mentre la Lechner, penalizzata da una scivolata e caduta sul fango, nelle caotiche fasi iniziali della gara, operava una rimonta graduale che la portava a recuperare decine di posizioni fino a raggiungere, in extremis, il gruppetto di testa (cinque concorrenti) proprio nel corso dell’ultimo giro.

Un recupero che arrivava ad insidiare la stessa Arzuffi che, in ogni caso, aveva ancora la determinazione per contenere l’entusiasmante rimonta della tricolore, riuscendo ad anticiparla di una decina di secondi.
Nello sprint per il secondo posto la Lechner precedeva la campionessa del mondo Sanne Cant e la campionessa europea Annemarie Worst facenti parte del gruppetto di testa che comprendeva anche le giovani olandesi Yara Kastelijns (compagna di squadra della Arzuffi, al pari della Worst) e Ceylin del Carmen Alvarado, campionessa europea Under 23, vincitrice la scorsa settimana nella prova d’apertura di Gieten.
In vista della prossima prova di Gavere (27/10), (dove l’anno scorso s’impose la Arzuffi) l’iridata Cant (seconda a Gieten) prende il comando della classifica provvisoria con 27 punti, seguita ad un solo punto dalla Lechner. Con due punti sulla Alvarado (prima tra le Under 23) ed a tre la Kastelijn.
In quinta posizione la Arzuffi, (20 punti), soltanto decima nella prova d’apertura la scorsa settimana.

Nella categoria open uomini primo successo stagionale, nel giorno del suo ventiseiesimo compleanno, per il campione nazionale belga Toon Aeerts (Telenet Baloise Lions) il quale precedeva, alla fine, il suo connazionale e compagno di squadra Quentin Hermans (a 8”) mentre il giovane britannico Thomas Pidcock (Trinity Racing) coglieva la terza posizione del podio con un ritardo di 17”.
Grazie all’analogo piazzamento nella prima prova Hermans balza in testa alla classifica provvisoria, favorito anche dal forfait di Eli Iserbyt (vincitore della prima prova a Gieten) , il quale ha deciso di riservare le sue migliori energie per la prova di Coppa di domani a Berna.

Classifica maschile
1.Toon Aerts (Bel, Telenet Baloise Lions) 1h0142”; 2.Quinten Hermans (Bel, Telenet Baloise Lions) 8”; 3.Thomkas Pidcock (Gb) 17”; 4.Corne Van Kessel (Ola) 49”; 5.Lars Van der Haar (Ola) 51”; 6.Laurens Sweeck (Bel) 1’25”; 7.Tim Merlier (Belò) ‘38”; 8.Gianni Vermeersch (bel) 2’09”; 9.Jens Adams (bel) 2’22”; 10,.Tom Meeusen (Bel) 2’34”
Classifica femminile
1.Alice Maria Arzuffi (Ita, 777) 47’14”; 2.Eva Lechner (Ita, Creafin-Fristads) 9”; 3.Sanne Cant (Bel, Iko-Crelan) st; 4.Annemarie Worst (Ola, 777) 10”; 5.Yara Kastlijn (Ola, 777) 18”; 6.Ceylin del Carmen Alvarado (Ola) 28”; 7.Kim Van den Steene 8Bel) 1’14”; 8.Inge Van der Heijden (Ola) 1’20”; 9.Maud kaptheijns (Ola) 1’46”; 10.Ellen Van Loy (Bel) 2’03”

Fonte federciclismo

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti