Nella Via del Sale di Limone Piemonte successi di Samuele Porro e Costanza Fasolis

Di GIANCARLO COSTA ,

Partenza  Via del Sale (foto organizzazione)
Partenza Via del Sale (foto organizzazione)

Al via ben 700 atleti provenienti da tutta Italia e non solo. Tra i favoriti il vicecampione europeo Marathon Samuele Porro e la medaglia di bronzo agli europei Marathon Fabian Rabenstein, entrambi protagonisti alla Cape Epic nelle ultime due edizioni. Una sfilata di grandi nomi che non potevano di certo mancare a La Via del Sale. Presenti, inoltre, alcuni azzurri provenienti dallo stage di Auronzo di Cadore, oltre al vincitore della scorsa edizione Cristiano Salerno. In campo femminile l’atleta di casa Fasolis, l’azzurra Jessica Pellizzaro protagonista degli ultimi europei Marathon e gradita presenza della francese Margot Moschetti, vincitrice di alcune prove di coppa del Mondo XCO.

Domenica mattina alle 9 la partenza da piazza San Sebastiano del Granfondo 48 km (altitudine max 2.246m slm, quota di partenza 1.031m slm). Percorso ridotto a 45 km per garantire la sicurezza di tutti i partecipanti. Subito davanti Porro seguito da vicino da Johnny Cattaneo. Sono i due bikers a imporre il ritmo di gara, mettendo dietro campioni del calibro di Salerno e Rabenstein. Cattaneo e Porro si alternano al comando fino al Campanin (Km33), alle loro spalle un gruppetto di inseguitori condotto da Marco Rebagliati. Il portacolori del team Trek Selle San Marco decide di allungare il passo, ma Cattaneo non demorde e riprende le ruote del biker comasco. All’ultimo Km Porro sferra l’attacco vincente e taglia il traguardo per primo con una manciata di secondi su Cattaneo. Porro vince in 2h17’08’’, secondo a 7” Johnny Cattaneo e più indietro a 1’47’’Marco Rebagliati.
“E’ stata una bella gara e una giornata fantastica - commenta Porro -. Abbiamo guidato insieme poi l’ultima discesa ha fatto la differenza. Domenica c’è l’Italiano a Sestrierre e non mancheremo”.
Nella gara femminile dominio incontrastato di Costanza Fasolis (Team Giant-Liv) fin dai primi chilometri. Fasolis ha fatto gara a sé chiudendo in 2h54’16’’. Bella lotta alle sue spalle con Jessica Pellizzaro che conquista il secondo posto davanti a Marta Pastore.
Le emozioni non sono mancate nemmeno sulla Mediofondo 33 Km agonistica con partenza da Limonetto.

Pietro Dutto, noto biatleta italiano, è il primo a tagliare il traguardo in 1h36’33’’ davanti a Claudio Iuccardini e Flavio Aime.

“Questi atleti con la loro presenza ci hanno premiato - commenta l’organizzatore Elio Bottero -. Mai abbiamo avuto così tanti nomi di caratura nazionale e internazionale. La giornata è andata bene e il tempo ha retto fino alle premiazioni. Siamo dispiaciuti per aver dovuto tagliare il percorso per ragioni di sicurezza. Bilancio più che positivo in tutti i sensi. Il merito va a una fantastica macchina organizzativa fatta di persone, aziende e tanti amici: oltre 100 volontari, il Comune di Limone e le Forze dell’Ordine. L’appuntamento è l’anno prossimo con la XX edizione”.

Fonte organizzazione

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti