Nalles Internazionali d'Italia: vittorie di Fluckiger e Lecomte, Chiara Teocchi leader del circuito

Di GIANCARLO COSTA ,

Podio femminile Nalles (foto federciclismo)
Podio femminile Nalles (foto federciclismo)

Grande spettacolo nella terza tappa degli Internazionali d'Italia Series, corsa sabato a Nalles (BZ). Benissimo gli italiani, che con la prestazione di oggi mantengono in due categorie la maglia di leader: Chiara Teocchi tra le donne Open, Filippo Agostinacchio tra gli Junior.

UOMINI OPEN - Seconda affermazione per l’elvetico al Marlene Südtirol Sunshine Race. Nino Schurter ancora secondo a Internazionali d’Italia Series. Marotte, terzo, rafforza il primato - C’era un vero e proprio parterre de roi sotto lo striscione di partenza del Marlene Südtirol Sunshine Race nella categoria Uomini Open. Tutti i primi 10 del ranking mondiale UCI hanno risposto presente, a cominciare dai due principali protagonisti di Capoliveri, Henrique Avancini (Cannondale Factory Racing) e Nino Schurter (Scott-SRAM) ma anche il Campione del Mondo Jordan Sarrou e il beniamino di casa Gerhard Kerschbaumer (Specialized Factory Racing), il leader della generale di Internazionali d’Italia Maxime Marotte (SantaCruz-FSA) e tanti altri ancora.
Doveva essere gara di grande ritmo su un percorso molto esigente dal punto di vista fisico, e così è stato. Fin dal primo giro, il ritmo imposto dai protagonisti più attesi ha iniziato a scremare il gruppo di testa: prima 12, poi 10, e dal terzo giro solo 8: oltre ad Avancini, Schurter, Marotte e Sarrou anche Mathias Flūckiger (Thomus RN), Titouan Carod e Filippo Colombo (Absolute Absalon) e Ondrej Cink (Kross Orlen).
Lo svizzero Flūckiger è riuscito a conquistare il suo secondo Marlene Südtirol Sunshine Race dopo l’edizione 2018: questa volta alle sue spalle è arrivato Nino Schurter (+0.04), davanti allo stesso Marotte che ha superato in volata Cink (+0.11), mantenendo la vetta della classifica generale di Internazionali d’Italia Series. Solo nono Avancini, alle spalle di un Lars Forster (Scott-SRAM) autore di una gara maiuscola in rimonta, ma troppo condizionata da una brutta partenza. Migliore degli italiani è stato Nadir Colledani (MMR), sedicesimo, solo ventiseiesimo un Gerhard Kerschbaumer opaco e mai in lotta per le posizioni che contano.

DONNE OPEN - La Campionessa del Mondo U23 distanzia le avversarie sin dalle prime battute. Seconda l’iridata Elite Ferrand-Prèvot, terza Mitterwallner. Teocchi nuova leader di Internazionali d’Italia Series. Tre su tre per Sara Cortinovis fra le Junior - Nelle dichiarazioni della vigilia, Pauline Ferrand-Prevot (Absolute Absalon) non aveva voluto esporsi sulla propria condizione alla quarta uscita stagionale, ma nell’indicare le favorite aveva messo un nome prima degli altri: Loana Lecomte (Massi). La Campionessa Iridata ci aveva visto giusto, visto che la sua connazionale, Campionessa del Mondo in carica fra le Under 23, ha letteralmente dominato una gara Open a grandissime firme.
Fin dal via, la Lecomte ha forzato il passo e lasciato la compagnia del resto del gruppo. Alle sue spalle, proprio Ferrand-Prevot è stata l’unica atleta, insieme a Sina Frei (Specialized Factory Racing) a rimanere inizialmente su distacchi più contenuti, ma già al termine della terza tornata Lecomte passava con oltre un minuto sull’iridata, quasi due su Frei e due minuti e mezzo sul quartetto formato da Anne Terpstra (Ghost Factory Racing), Jolanda Neff (Trek Factory Racing), Mona Mitterwallner (Trek-Vaude) e Kate Courtney (Scott-SRAM).

Interessante invece la sfida per la terza piazza dietro a Ferrand-Prevot (seconda a 1.44) a vincerla è stata la giovane austriaca Mona Mitterwallner (+2.05), ancora una volta protagonista di una rimonta impressionante come ad Andora. Sui primi 3 gradini del podio sono così’ salite tre campionesse del Mondo in carica: Elite (Ferrand-Prevot), Under 23 (Lecomte) e Juniores (Mitterwallner). Quarto posto per Sina Frei (+2.45), quinto per Jolanda Neff (+3.15).
Ottava e migliore delle italiane è stata Chiara Teocchi (Trinity Racing, +4.31): un’altra prova brillante per la bergamasca che ha avuto la soddisfazione di vestire la maglia di leader di Internazionali d’Italia Series nella categoria Open Donne. Nella prova femminile delle Junior Series, Sara Cortinovis (Four Es Racing Team) ha confermato su scala internazionale quanto già dimostrato nelle precedenti prove di Internazionali d’Italia Series, prendendosi il terzo successo in altrettante tappe. Alle sue spalle due atlete tedesche: Andrea Kravanja (Stevens Schubert Racing Team) e Sina Van Thiel (RSC Auto Brosch Kempten).

PROSSIMA TAPPA: VALLE DI CASIES
Dopo tre appuntamenti nel giro di un mese, Internazionali d’Italia Series si prepara ad una pausa, lasciando spazio ai primi eventi di Coppa del Mondo. La grande MTB tornerà in Italia a giugno, esattamente il 2 e ancora in Alto Adige, con la prima volta di Valle di Casies nel calendario di Internazionali d’Italia Series. A fine giugno, invece, sarà La Thuile ad ospitare il gran finale di una stagione di Internazionali d’Italia Series davvero memorabile.

IL CALENDARIO DI INTERNAZIONALI D'ITALIA SERIES 2021
Stage 1 - Andora Race Cup - 7 Marzo
Stage 2 - Capoliveri Legend XCO - 5 Aprile
Stage 3 - Marlene Sudtirol Sunshine Race - 10 Aprile
Stage 4 - Valle di Casies - 2 Giugno
Stage 5 - La Thuile MTB Race - 26-27 Giugno

Fonte Federciclismo

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti