Il 22 giugno apre Pila Bikeland

Di GIANCARLO COSTA ,

Pila Bikeland (foto alex luise)
Pila Bikeland (foto alex luise)

Il resort alpino più comodo alla città si trasforma in un paradiso degli sport outdoor, con una crescente offerta di attività e rete sentieristica. Incastonata tra le più spettacolari cime europee, con una skyline a 360 gradi sui 4000 valdostani, Pila sorge a 1800 metri ed è collegata con il capoluogo Aosta attraverso 18 minuti di telecabina oppure mezz’ora in auto. Il rinomato bike park “Pila Bikeland” è stato tra i primi a sorgere in Italia e ogni anno ospita manifestazioni sportive di richiamo internazionale: il 2019 sarà l’anno dell’Europa, con due grandi eventi di downhill e cross country che richiameranno i migliori atleti.

Gli impianti di risalita saranno aperti da sabato 22 giugno a domenica 8 settembre con orario continuato dalle 9.00 alle 17.30. Utilizzando gli impianti, gli appassionati di outdoor avranno a disposizione un intero comprensorio dedicato all’escursionismo e la mountain bike - dal cross country al freeride-downhill – ed anche una vasta scelta di altre attività en plein air, come l’adventure park, le discipline aeree e la tradizionale enogastronomia valdostana. Sabato 22 giugno aprirà la telecabina Aosta-Pila e la seggiovia Chamolé, davanti alla quale è anche presente il noleggio bike e protezioni di Pila.

Downhill nel bike park con noleggio

Sono 16 i percorsi gravity che compongono il Bike Stadium, tutti creati da grandi atleti e dedicati ai biker amanti dei bike park, con una composizione molto variegata che include curve in parabolica, passaggi tecnici naturali, salti, drop, tratti pietrosi, sia tra i boschi che in radura. Le piste sono divise per livello, dalla blu per chi approccia la discesa per le prime volte, alla rossa per chi ha un livello intermedio di riding e, infine, la nera, per i veri esperti. La pista nera sarà anche, in parte, il terreno di gara della competizione di Coppa Europa “IXS European Downhill Cup” che si terrà dal 26 al 28 luglio a Pila. Come ciliegina sulla torta, è possibile tornare in città attraverso la discesa freeride Pila-Aosta lunga ben 11 km, un sentiero enduro che, insieme ad altri due tracciati che partono dalla cima del monte Couis 1, forma la “Desarpa Bike”, un percorso di 15 km di lunghezza e 2200 m di dislivello interamente raggiungibile con impianti di risalita.

Cross Country - XCO

Pila dispone di un nuovo circuito XCO che si rivela perfetto sia come area di allenamento altamente qualificato, che come terreno di gara per i Campionati Europei Giovanili di XCO che si terranno dal 20 al 24 agosto. Già terreno di gara per i Campionati Italiani XCO del 2018, l’anello si trova a quota 1800-1900 mslm, con un dislivello di 111 metri, ed è molto apprezzato sia dagli atleti che dai tecnici del settore. Il percorso è interamente segnalato e aperto a tutti, si può comodamente raggiungere anche da Aosta, attraverso la telecabina e un tratto in bicicletta.

E-bike con noleggio e pump track

Il comprensorio di Pila si configura come un vero e proprio teatro sulla vallata di Aosta, di fronte allo spettacolare arco Alpino a confine con la Svizzera. Da quota 1800 mslm si snoda una vasta rete sentieristica, fino alle vette di circa 2600 metri, che è possibile scoprire in sella a una delle e-mtb noleggiabili presso il Pila E-Bike Center by Merida, proprio di fronte all’arrivo della telecabina. Pedalare in e-bike è il modo più divertente per andare alla ricerca dei tantissimi laghetti alpini, passando tra boschi profumati e pascoli di alta montagna dove vivono le famose “Reine”, delle vere e proprie regine tra le mucche valdostane. Per chi desidera essere accompagnato, è possibile chiedere una guida per la mountain bike presso l’ufficio turistico Espace di Pila. News 2019: Pila ha disposto una pump track fissa di fronte all’arrivo della telecabina, a quota 1800 mslm, che grandi e piccini potranno usare gratuitamente. Il noleggio è ora dotato anche di push bike Strider di varie misure, per fare sì che tutti i bimbi possano allenare l’equilibrio divertendosi!

Fonte Agnese Facchini - Moon

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti