Eva Lechner e Luca Braidot Campioni Italiani mountain bike XCO al Ciocco

Di GIANCARLO COSTA ,

Eva Lechner Campionessa Italiana MTB XCO (foto newspower)
Eva Lechner Campionessa Italiana MTB XCO (foto newspower)

Che spettacolo il cross country del Campionato Italiano! Oggi al Ciocco, in Garfagnana (Lucca), Eva Lechner (CS Esercito) è salita sul piedistallo ed è nuovamente la reginetta della mtb. Luca Braidot (CS Carabinieri) fa un bel bis e così i due campioni uscenti Martina Berta e Gerhard Kerschbaumer cedono lo scettro piazzandosi entrambi secondi.
La storia dei terzi è di quelle che contano. Chiara Teocchi, rientrata dopo un forzato stop di mesi per malattia, ha tenuto duro e ha difeso la posizione con i denti, mentre Fabian Rabensteiner è risalito dall’ottavo al terzo posto agganciando uno ad uno avversari quotati.

La gara elite è stata sicuramente la più spettacolare lungo i 4,2 km del tracciato del Ciocco, reso ancora più duro dal caldo e dalla polvere, ma i reali valori in campo sono stati espressi in tutta la loro veridicità. Lo ha riconosciuto Martina Berta, cercando di celare la propria delusione. È partita fortissima, in un paio di giri sembrava aver già “ammazzato la gara”, con il diesel Eva Lechner ad oltre 25”. Dopo tre giri le energie della valdostana si sono sciolte come neve al sole ed Eva Lechner ha preso in mano la situazione chiudendo la gara con 1h23’1”, con 2’6” su Berta e 5’18” su Teocchi. In fila poi le due altoatesine Gatscher e Oberparleiter.

Gara maschile col carabiniere Luca Braidot subito al comando ad inanellare giri veloci, e con Kerschbaumer incapace di chiudere il gap. Braidot concentrato ed efficace in discesa, Kerschbaumer tonico in salita, ma alla fine il goriziano ha messo il turbo chiudendo con 1’14” (1h18’9”) su Kerschbaumer, onesto a riconoscere la superiorità del rivale. Applausi per Fabian Rabensteiner che negli ultimi due giri ha avuto ragione anche di Mirko Tabacchi, che al podio ci credeva e che invece ha chiuso quarto.

Non solo gare elite, oggi nella località toscana, ma anche junior e under 23. Gara affollata quelle degli junior, con un bel testa a testa e volatona finale tra Matteo Siffredi e Kevin Pezzo Rosola, autentico figlio d’arte. Siffredi ha dominato i primi due giri, poi il figlio di Paola Pezzo lo ha infilato nel penultimo giro e all’arrivo i due si sono presentati praticamente appaiati, roba da fotofinish, ma la maglia è finita sulle spalle di Siffredi per 1/10. Tra gli under 23 Juri Zanotti si è fiondato al comando fin dal via, posizione che non ha mollato fino alla fine, con Filippo Fontana che nelle prime battute ha scavalcato Vittone concludendo secondo.

La valdostana Nicole Pesse ha rivestito la maglia che… non aveva mai tolto, confermando la propria superiorità tra le junior. Nulla da fare per l’altra favorita Noemi Plankensteiner, in arrivo dagli allievi, che ha comunque chiuso seconda. Tra le under 23 lotta serrata Tovo – Marchet, gara che poi ha assegnato il titolo tricolore a Marika Tovo.
“Ho cercato di stare in testa sin da subito – ha detto Luca Braidot - perché il percorso è impegnativo, con tratti in salita in cui è meglio stare davanti, dietro c’è un po’ più di “elastico”. Piano piano ho staccato gli altri uno per volta. Ho mantenuto il mio ritmo e sono riuscito ad arrivare al traguardo. Mi ricordo questo percorso, da piccolo ci ho fatto anche una gara di ciclocross. Mi ha sempre portato bene, è bello tornarci. Per me la maglia tricolore è la più bella, sarò felice di portarla per un anno, spero di esserne all’altezza”.
Sorridente Eva Lechner: “Sono molto contenta. Ho portato a casa un altro titolo, è sempre bello. Ho fatto un po’ di fatica all’inizio, ma poi ho preso il mio ritmo, sono rientrata su Martina Berta e sono riuscita a superarla. Questo è il mio 29° titolo italiano, il 10° in XCO… bella la cifra tonda! Soprattutto date le difficoltà di quest’anno, rende tutto ancora più bello”.

Il Ciocco Bike Circle non ha ancora chiuso il festival della mtb, domani si assegnano i titoli delle categorie master.

Èlite maschile
1 Braidot Luca C.S. Carabinieri 01.18.09; 2 Kerschbaumer Gerhard Torpado Ursus 01.19.23; 3 Rabensteiner Fabian Team Trek-Pirelli 01.20.08; 4 Tabacchi Mirko Ktm - Protek - Dama 01.20.29; 5 Colledani Nadir Mmr Factory Racing Team 01.21.01

Junior maschile
1 Siffredi Matteo Scott Italia - Libarna 01.10.41; 2 Pezzo Rosola Kevin A.S.D. Us Ausonia Csi Pescantina 01.10.42; 3 Trincheri Lorenzo Ucla1991 01.11.48; 4 Agostinacchio Filippo Scott Italia - Libarna 01.12.07; 5 Parisi Yannick Merida Italia Team 01.12.15

Under 23 maschile
1 Zanotti Juri Ktm - Protek - Dama 01.20.58; 2 Fontana Filippo C.S. Carabinieri 01.22.01; 3 Vittone Andreas Emanuele Ktm - Protek - Dama 01.23.20; 4 Huez Emanuele Ktm - Protek - Dama 01.24.10; 5 Bonetto Francesco Giant Polimedical Official Team 01.24.49

Èlite femminile
1 Lechner Eva Centro Sportivo Esercito 01.23.01; 2 Berta Martina Centro Sportivo Esercito 01.25.07; 3 Teocchi Chiara Centro Sportivo Esercito 01.28.19; 4 Gatscher Eva Maria Gs Mendelspeck 01.31.27; 5 Oberparleiter Anna Team Lapierre - Trentino - Ale' 01.33.25

Junior femminile
1 Pesse Nicole Rdr Italia Factory Team 01.09.21; 2 Plankensteiner Noemi A.S.V. St.Lorenzen Rad 01.10.05; 3 Challancin Giulia Scott Italia - Libarna 01.11.17; 4 Cortinovis Sara Four Es Racing Team 01.12.45; 5 Marzani Letizia Merida Italia Team 01.16.25

Under 23 femminile
1 Tovo Marika Ktm - Protek - Dama 01.22.17; 2 Marchet Giorgia Team Rudy Project - Xcr 01.23.06; 3 Specia Giada Ktm - Protek - Dama 01.27.03; 4 Bolzan Matilde G.S. Winnerbike 01.29.41; 5 Verrando Alessia Race Mountain Folcarelli Team 01.33.35

Fonte Newspower

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti