Coppa del mondo Ciclocross: a Namur Jakob Dorigoni terzo under23

Di GIANCARLO COSTA ,

Podio maschile under23 Namur (fonte federciclismo)
Podio maschile under23 Namur (fonte federciclismo)

Subito un podio per gli azzurri nella tradizionale tappa di Namur della Coppa del Mondo di Ciclocross: il bolzanino Jakob Dorigoni chiude al terzo posto al termine di una prova di grande tenacia, generosità, sfortuna e determinazione. Sua la medaglia di bronzo nella prova Under 23, alle spalle dello svizzero Kevin Kuhn e dell'olandese Ryan Kamp.
Una prova straordinaria, quella di Dorigoni, che nonostante sia partito abbastanza arretrato e abbia forato diverse volte, riesce a recuperare posizioni e piazzarsi in testa alla gara. Nell’ultimo dei sei giri in programma, l'azzurro riesce anche a riaprire parzialmente i giochi per la vittoria, che fino al quel momento sembravano essere chiusi al testa a testa tra Kuhn e Kamp: proprio nel finale lo svizzero trova le energie per allungare ancora, andando a trionfare con 6″ su Kamp e Dorigoni (che negli ultimi 300 metri fora per la quarta volta), e 7″ sul belga Tim Kielich. Gli altri azzurri in gara Antonio Folcarelli e Filippo Fontana si piazziano rispettivamente al 19esimo e 32esimo posto.
"La gara è andata veramente molto bene" il commento di un soddisfatto Fausto Scotti. Che aggiunge: "Non avendo fatto prove di Coppa del Mondo con Dorigoni partivamo un po' arretrati, ma nonostante questo Jakob è riuscito a recupare posizioni e a dominare per gran parte della gara. Una gara tra l'altro molto sfortunata: in tutto abbiamo forato ben 4 volte, l'ultima a 300 mt dal traguardo. Ma è riuscito sempre a rientrare tra i primi. Si vede che le sue condizioni sono ottimali, avevamo un buon presentimento ed il pronostico è stato rispettato".

Classifica Under 23:
1. KUHN Kevin (SUI) 46:48
2. KAMP Ryan (NED) +0:06
3. DORIGONI Jakob (ITA) +0:06
4. KIELICH Timo (BEL) +0:07
5. BENOIST Antoine (FRA) +0:32
6. TURNER Ben (GBR) +0:35
7. VANDEPUTTE Niels (BEL) +0:44
8. VAN DIJKE Tim (NED) +0:44
9. RONHAAR Pim (NED) +1:0
10. ROUILLER Loris (SUI) +1:12

UOMINI JUNIORES - Bel risultato dalla prova Juniores della sesta tappa di Coppa del Mondo di Ciclocross: Filippo Agostinacchio conquista un prezioso quinto posto a soli 16" dal podio, confermando le grandi qualità della selezione azzurra di Fausto Scotti. A cogliere il successo nella tappa di Namur, in Belgio, è ancora Thibau Nys, che consolida sempre di più la sua leadership nella classifica di Coppa. Il belga si impone con 45" sull'elvetico Dario Lillo, 1'19" sul francese Remi Lelandais, 1'27" sul connazionale Lennert Belmans e 1'35" sul nostro Agostinacchio. Gli altri azzurri: Bryan Olivo 24esimo, 32esimo Lorenzo Masciarelli. Costretto al ritiro Davide De Pretto, non in perfette condizioni di salute.
Classifica Juniores:
1. NYS Thibau (BEL) 40:15
2. LILLO Dario (SUI) +0:45
3. LELANDAIS Remi (FRA) +1:19
4. BELMANS Lennert (BEL) +1:27
5. AGOSTINACCHIO Filippo (ITA) +1:35
6. MCGUIRE Rory (GBR) +1:39
7. FIALA Matyas (CZE) +1:46
8. HUYBS Ward (BEL) +1:55
9. KARS Hugo (NED) +1:59
10. ZATLOUKAL Jan (CZE) +2:00

DONNE - Al termine di una prova in cui fango e durezza del tracciato la fanno da padrona, è Lucinda Brand a trionfare nella prova femminile della sesta prova di Coppa del Mondo di Ciclocross. Sull'impervio circuito di Namur, l'olandese ha preceduto le connazionali Ceylin Del Carmen Alvarado e Annemarie Worst, che con il terzo posto completa il dominio orange. Non brillantissime le azzurre in corsa: molte le difficoltà riscontrate da Alice Arzuffi (20esima) ed Eva Lechner (13esima), che sono state costrette a correre in difesa.
Ordine d'arrivo Donne
1. BRAND Lucinda (TELENET BALOISE LIONS) en 45'05''
2. ALVARADO Ceylin del Carmen (CORENDON-CIRCUS) 16
3. WORST Annemarie (777) 1:21
4. RICHARDS Evie (TREK FACTORY RACING CX) 1:34
5. NASH Katerina 1:45
6. HONSINGER Clara 1:48
7. COMPTON Katherine 2:46
8. FAHRINGER Rebecca 2:49
9. VOS Marianne (CCC-LIV) 3:00
10. ROCHETTE Maghalie 3:07

UOMINI ELITE - Una prova sul filo del rasoio, quella Elite a chiusura della sesta prova di Coppa del Mondo di Ciclocross, con un testa a testa che ha tenuto tutti sul fiato sospeso: il bellissimo ed appassionante duello tra Mathieu Van Der Poel e Toon Aerts si è concluso a favore del campione del mondo. Van del Poel sale quindi sul grandino più alto del podio dando spettacolo sul pesantissimo circuito di Namur, reso quasi impraticabile dal fango, staccandosi e poi rimontando inesorabilmente. Neppure Aerts, vittima di una caduta all'ultimo giro, è riuscito a resistere agli allunghi del campione del mondo che trionfa per distacco. Da sottolineare anche la bella prestazione dell'olandese Corne Van Kessel, terzo classificato, ma soprattutto del giovane inglese Thomas Pidcock sempre nel vivo della corsa che ha finito per occupare la quarta posizione.
Ordine d'arrivo
1. VAN DER POEL Mathieu (CORENDON-CIRCUS) en 1h05'59''
2. AERTS Toon (TELENET BALOISE LIONS) 55
3. VAN KESSEL Corne (TELENET BALOISE LIONS) 1:14
4. PIDCOCK Thomas (TRINITY RACING) 1:31
5. MERLIER Tim (CREAFIN-FRISTADS) 1:41
6. VAN DER HAAR Lars (TELENET BALOISE LIONS) 1:48
7. VANTHOURENHOUT Michael (PAUWELS SAUZEN-BINGOAL) 1:56
8. MEISEN Marcel (CORENDON-CIRCUS) 2:02
9. SWEECK Laurens (PAUWELS SAUZEN-BINGOAL) 2:23
10. AERTS Thijs (TELENET BALOISE LIONS) 3:11

Fonte federciclismo

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti