Al via gli Internazionali d’Italia di cross country a La Thuile, il 22 e 23 giugno

Di GIANCARLO COSTA ,

I percorsi di La Thuile (foto organizzazione)
I percorsi di La Thuile (foto organizzazione)

Il 22 e 23 Giugno La Thuile si appresta ad ospitare la tappa conclusiva degli Internazionali d’Italia di Cross Country e la UCI Junior Series. Una sfida decisiva per il titolo del circuito 2019 con grandi nomi della mountain bike internazionali ad accendere i duelli.
Tutto pronto a La Thuile per l’evento di mountain bike che apre la stagione estiva 2019 della località valdostana.
L’appuntamento con il quinto e decisivo round degli Internazionali d’Italia Series e l’unica gara in Italia della UCI Junior Series, è già dal Venerdì con l’inizio delle prove ufficiali per le categorie agonistiche e alle 19.00 con la cerimonia di consegna dei pettorali alla Top 10 Uomini e Donne.

Nella giornata di Sabato si entra nel vivo della competizione a partire dalle 10.30 con i giovani atleti della UCI Junior Maschile tra cui il valdostano Andreas Emanuele Vittone, attuale leader di classifica agli internazionali, alle prese con uno scomodo avversario: il numero 1° al mondo Charlie Aldridge. Alle 12.30 entreranno in scena la Categoria Open Femminile e UCI Junior Femminile, anche qui con diversi protagonisti valdostani, a cui seguirà alle 15.00 la Open Maschile con molti grandi nomi anche del panorama internazionale.
La Domenica sarà la volta dei giovani con le categorie Esordienti e Allievi che scenderanno sul percorso gara a partire dalle 10.00.

Nonostante questa competizione rappresenti il debutto per La Thuile nel mondo delle competizioni cross country c’è moltissima attesa e fermento. Il percorso gara disegnato da Enrico Martello e dal suo staff di trail builder è di livello mondiale. Chi ha già avuto la fortuna di metterci le ruote sopra lo ha definito tecnico, duro ma soprattutto moderno secondo quelli che oggi sono diventati i canoni di questa disciplina della mtb sempre più spettacolare e avvincente. Alla difficoltà del tracciato di gara, che a detta dello stesso Martello richiede una guida davvero precisa, si aggiunge la quota del percorso compresa tra i 1.400m e i 1.500m, una altitudine significativa che potrebbe giocare un ruolo importante nel rendimento degli atleti.
“Dal weekend in arrivo mi aspetto tanto divertimento. Ho potuto provare il percorso e si vede che è studiato, ci voleva un tracciato così di livello anche in Italia. E’ la prima gara in alta montagna quest’anno, a cui seguiranno altri due importanti appuntamenti mondiali in quota, e per questo sarà un buon banco di prova. In vista di questa seconda parte di stagione molti atleti sono in ritiro in altura e io ho scelto La Thuile per allenarmi dove passerò circa 20 giorni. Qui dormo al Passo del Piccolo San Bernardo e pedalo ad oltre 1.500m in un luogo davvero magico”. Chiara Teocchi Team Bianchi Countervail.

Per maggiori info:
www.lathuile.it/bike
facebook.com/lathuilemtb
instagram.com/lathuilemtb

Fonte La Thuile MTB

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti