Tadej Pogacar in maglia Gialla a Parigi, a Sam Bennet l’ultima tappa

Di GIANCARLO COSTA ,

Tadej Pogacar e Primoz Roglic gli sloveni dominatori del Tour de France (foto cyclingnews)
Tadej Pogacar e Primoz Roglic gli sloveni dominatori del Tour de France (foto cyclingnews)

Dopo l’impresa di Pagacar e lo psicodramma di Roglic e della sua squadra la Jumbo-Visma, dopo le emozioni forti e commoventi di ieri, l’ultima recita ha avuto un copione classico già scritto come in tanti altri arrivi a Parigi sugli Champs Élysées. La maglia Gialla prima fa festa e poi controlla la corsa fino a 50 km dall’arrivo, quindi ridiventa corsa vera sui giri del circuito finale.

Provano a 40 km dal traguardo a cambiare le carte in tavola con una fuga Greg Van Avermaet, Maximilian Schachmann, Pierre-Luc Perichon e Connor Swift. Il loro vantaggio non supera i 20 secondi e vengono ripresi a circa 3 km dall’arrivo, dalle squadre dei velocisti non si fanno sfuggire quest’ultimo prestigioso traguardo. Vince proprio il loro leader, l’irlandese Sam Bennet in maglia Verde, l’unica che non ha vinto il fuoriclasse sloveno Pogacar, che si è preso quella Bianca di miglior giovane e quella a Pois di miglior scalatore. Bennet supera allo sprint il campione del mondo Mads Pedersen e nell’ordine Peter Sagan, Alexander Kristoff, Elia Viviani, Wout Van Aert, Caleb Ewan, Hugo Hofstetter, Bryan Coquard e Maximilian Walscheid.

Nulla cambia nella classifica generale con Tadej Pogacar in maglia Gialla, secondo a 59″ Roglic, terzo a 3’30” Porte, quarto a 5’58” Landa, quinto a 6’07” Mas, sesto a 6’47” López, settimo a 7’48” Dumoulin, ottavo a 8’02” Urán, nono a 9’25” Yates e decimo a 14’03” Damiano Caruso, primo degli italiani dopo un Tour votato al sacrificio per Landa. Speriamo che abbia un’occasione ai Mondiali di fare la sua corsa, non solo come gregario di lusso.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti