Verona città dell’amore e del ciclismo, a giugno la Gran Fondo Damiano Cunego

Di GIANCARLO COSTA ,

Il gruppo alla Gran Fondo Damiano Cunego 2011.jpg (foto Newspower)
Il gruppo alla Gran Fondo Damiano Cunego 2011.jpg (foto Newspower)

Verona pronta ad accogliere i granfondisti sulle orme del “piccolo Principe”. La GF Damiano Cunego definisce il pacco gara della settima edizione. Da domenica 1° aprile cambia la quota d’iscrizione. Tracciati collaudati con la confermata cronoscalata di Erbezzo

Grazie a William Shakespeare la città di Verona è conosciuta in tutto il mondo come la romantica cornice della storia d’amore tra Romeo e Giulietta, ma la località veneta è anche una delle terre più filociclistiche al mondo.

Nel giro di pochi anni Verona ha ospitato due edizioni del Campionato del Mondo su strada (1999 e 2004), cui si aggiungono diversi arrivi di tappa del Giro d’Italia, innumerevoli manifestazioni ciclistiche e anche una fertile dinastia di assi del ciclismo nati e cresciuti proprio sulle colline scaligere, tra cui Damiano Cunego e Davide Rebellin, ma anche l’olimpionica Paola Pezzo se si pensa alla mtb.

È in questo contesto che dal 2006 si inserisce la Granfondo Damiano Cunego – Città di Verona, appuntamento su strada dedicato proprio ad uno degli assi veronesi delle ruote magre, in calendario quest’anno con la 7.a edizione domenica 3 giugno.

I percorsi collaudati, Granfondo di 145 km e Mediofondo di 85 km tra la città di Verona e le alture circostanti, ne fanno una kermesse da non perdere per gli appassionati, sempre pronti a rispondere in massa all’appello, e l’ampia partecipazione numerica è dimostrata anche dal fatto che la granfondo veronese è inserita nell’ambìto circuito Prestigio, oltre che nell’Unesco Cycling Tour e nel nuovo Tour di Primavera ZeroWind.

Per premiare i sempre fedeli concorrenti, lo staff organizzatore della B&B.Org Asd ha predisposto il nuovo pacco gara, che comprenderà uno zaino tecnico Berner, integratori alimentari Volchem, un paio di calzini firmate GF Damiano Cunego, 2 camere d’aria CST, l’olio spray Berner e la classica bottiglia di vino firmata Damiano Cunego. Si tratta di “Appassimento”, un vino rosso selezionato appositamente per la Granfondo Damiano Cunego – Città di Verona 2012 dalla Cantina Valpantena di Verona, che ha prodotto e confezionato circa 4.000 bottiglie con la speciale etichetta dedicata alla gara ciclistica.

La 7.a edizione della granfondo dedicata al “piccolo principe” del ciclismo scatterà dal pieno centro di Verona, in via Guido D'Arezzo, da dove granfondisti e mediofondisti procederanno di pari passo fino al 62° km di gara, posto in località Roverè Veronese. A questo punto verrà collocato il bivio tra i due percorsi, il Mediofondo proseguirà per altri 23 km arrivando ad accumulare 1.400 metri di dislivello di sole salite, mentre il Granfondo di 145 km proporrà un impegno all’insù di 3.300 metri.

I concorrenti potranno scegliere il tracciato più congeniale cammin facendo, valutando la propria condizione durante la gara, al bivio di Roverè Veronese è previsto un cancello di chiusura e, dunque, chi transiterà dopo le 12.45 verrà deviato obbligatoriamente sul tracciato Mediofondo.

Questi sono gli ultimi giorni validi per usufruire della quota di iscrizione ridotta di 30 Euro (25 la tariffa femminile), dato che dal 1° aprile il prezzo verrà innalzato a 35 Euro, sempre con un prezzo scontato per le concorrenti “rosa” (30 Euro).

Per organizzare al meglio il fine settimana in trasferta è possibile anche lasciarsi guidare dalle informazioni turistiche riportate sul sito della manifestazione, dove sono anche reperibili regolamento, programma e tutte le informazioni dettagliate relative all’appuntamento del prossimo 3 giugno.

Info: www.granfondodamianocunego.it

Fonte Newspower

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Può interessarti