Vent’anni fa moriva Gino Bartali, un Campione unico dello sport italiano

Di GIANCARLO COSTA ,

Gino Bartali (foto news24)
Gino Bartali (foto news24)

Vent’anni fa, il 5 maggio 2000, moriva Gino Bartali, un Campione unico dello sport italiano. Professionista dal 1934 al 1954, soprannominato Ginettaccio, vinse tre Giri d'Italia (1936, 1937, 1946) e due Tour de France (1938, 1948), quattro Milano-Sanremo e tre Giri di Lombardia e un’infinità di altre gare.

Ma la storia di Gino Bartali non si lega in modo esclusivo con lo sport, ma anche con la vita del nostro paese. In particolare, la sua vittoria al Tour de France 1948, contribuì ad allentare il clima di tensione sociale in Italia dopo l'attentato a Palmiro Togliatti. Quella vittoria fu anche un caso unico nella storia del Tour, cioè di un corridore capace di vincere a 10 anni di distanza. La carriera di Bartali fu comunque notevolmente condizionata dalla seconda guerra mondiale, sopraggiunta proprio nei suoi anni migliori; chissà quanti altri Tour e Giri d’Italia sarebbe capace di vincere in quegli anni.

Dopo la morte, nel 2013, è stato dichiarato "giusto tra le nazioni" per la sua attività clandestina a favore degli Ebrei durante la seconda guerra mondiale.

Infine il ricordo di Bartali si associa sempre alla rivalità con Fausto Coppi, rivalità solo sportiva, i due erano diventati amici nel corso degli anni, non solo per la famosa foto del passaggio della borraccia, ma addirittura Bartali fu il direttore sportivo degli ultimi anni di carriera di Coppi.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti