Tour of the Alps: tappa e maglia per Pavel Sivakov, terzo Mattia Cattaneo

Di GIANCARLO COSTA ,

Pavel Sivakov vincitore tappa 2 del Tour of the Alps (foto cyclingnews)
Pavel Sivakov vincitore tappa 2 del Tour of the Alps (foto cyclingnews)

Dopo l’apertura di ieri tutta nel Tirolo austriaco in cui Tao Geoghegan Hart ha colto il primo centro da professionista, il Tour of the Alps prosegue con una frazione quasi equamente divisa fra Austria e Italia, la Reith in Alpbachtal-Scena di 178.7 km. Salita tosta quella del Passo Monte Giovo: 15 km con pendenza media del 7,5%, quindi dai 2100 metri della vetta altri 44 km per arrivare al traguardo, discesa e pianura fino a 4.5 km dal traguardo con un’ultima dura salita.

La fuga di giornata arriva ai piedi della salita del Passo Monte Giovo con quasi 5 minuti di vantaggio, poi l’azione della Bahrain Merida riduce il gap a 1 minuto e nel finale si scatenano i big della classifica generale. Nuovo attacco di Vincenzo Nibali che prova la gamba con nella tappa inaugurale, più in ottica Giro d’Italia e per il Tour of the Alps.
Nel finale regna il tatticismo, con i capitani che si marcano e i gregari in fuga che fanno il classico tira e molla. La tappa si decide nell’ultimo chilometro nell’abitato di scena.

Il russo Pavel Sivakov del team Sky, imposta la volata davanti e stacca di una decina di metri il ceco Jan Hirt che arriva a 4”, mentre a 17″ completa il podio Mattia Cattaneo, è questo è anche il podio provvisorio della classifica generale. Completatola top ten di giornata Fausto Masnada 4°, Hermann Pernsteiner 5°, Rafal Majka 6°, Vincenzo Nibali 7°, Tao Geoghegan Hart 8°, Pello Bilbao 9° e Nikita Stalnov 10°. In classifica generale forse la notizia del giorno è che Chris Froome si piazza 17° a 1’43” e forse è tagliato fuori dalla vittoria finale, ma d’altronde correrà il Tour e non il Giro. Nuovo leader della generale è Pavel Sivakov, a 8″ Hirt, a 33″ Mattia Cattaneo, a 39″ Pernsteiner, Majka e Vinceno Nibali, che sembra essere in una buona condizione per la Liegi e soprattutto in vista del Giro d’Italia.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti