Primoz Roglic vince la Vuelta, a Fabio Jakobsen la tappa finale di Madrid

Di GIANCARLO COSTA ,

Il podio della Vuelta Roglic Valverde Pogacar (foto cyclingnews)
Il podio della Vuelta Roglic Valverde Pogacar (foto cyclingnews)

E’ finita la Vuelta a España 2019 con la tappa preserale da Fuenlabrada a Madrid di 106. Il tratto in linea fino alla capitale è stato come di consueto per ogni Gran Tour, l’occasione per pedalare in allegria, tra sorrisi, foto ricordo, brindisi e chiacchiere in libertà. Una volta giunti nel circuito madrileno, circa 6 km da ripetere 9 volte, si è iniziato a fare sul serio, tra chi cercava la fuga per guastare la festa ai velocisti e le squadre dei velocisti che andavo a riprendere che voleva guastar loro la festa finale.
In questo lavoro si è distinta la Deceuninck-Quick Step, che ha tirato la volata vincente a Fabio Jakobsen, partito ai 150 metri dal traguardo che resiste alla rimonta Sam Bennett, secondo al traguardo.
Questa invece la top ten della classifica generale: maglia Roja per Primoz Roglic (Jumbo-Visma) al suoprimo grande successo in carriera, dopo il 4° posto al Tour del 2018 e al 3° del Giro di quest’anno, secondo a 2’33” Alejandro Valverde, 3° a 2’55” Tadej Pogacar, 4° a 3’46” Nairo Quintana, 5° a 4’48” Miguel Ángel López, 6° a 7’33” Rafal Majka, 7° a 10’04” Wilco Kelderman, 8° a 12’54” Carl Fredrik Hagen, 9° a 22’27” Marc Soler e 10° a 22’34” Mikel Nieve.
Primo degli italiani Gianluca Brambilla (Trek-Segafredo), 42° a 2h15’39”. Primoz Roglic conquista anche la classifica a punti, Tadej Pogacar quella dei giovani; classifica Gpm appannaggio di Geoffrey Bouchard (AG2R La Mondiale), classifica a squadre vinta dalla Movistar.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti