Presentato il Tour of the Alps, si corre dal 19 al 23 aprile

Di GIANCARLO COSTA ,

Tour of the Alps presentazione (foto federciclismo)
Tour of the Alps presentazione (foto federciclismo)

Svelate le 22 squadre al via della prossima edizione del Tour of the Alps, che si corre dal 19 al 23 aprile 2021. La Ineos-Grenadiers di Geoghegan Hart dovrà difendere il titolo dagli assalti di Vincenzo Nibali, Simon Yates, Thibaut Pinot e gli altri grandi favoriti nell’ultimo banco di prova prima del Giro d’Italia
Dopo la rinuncia forzata all’edizione 2020, il Tour of the Alps è ripartito in grande stile. La riconferma dei percorsi e delle sedi di tappa che avrebbero dovuto ospitare l’evento euro-regionale nella stagione passata rappresentava un importante indizio in questo senso.

Alla presentazione hanno partecipato i rappresentanti dei tre enti territoriali che hanno dato vita all’evento sotto l’egida dell’Euregio, il Direttore Marketing di IDM Alto Adige Wolfgang Töchterle, il Managing Director di Tirol Werbung Florian Phleps ed il CEO di Trentino Marketing Maurizio Rossini. Sono inoltre intervenuti il due volte Campione del Mondo Paolo Bettini, il CT della Nazionale Italiana Davide Cassani, il Team Manager della Eolo-Kometa Ivan Basso, il Direttore Sportivo della Astana Premier Tech Giuseppe Martinelli, gli atleti del Team Ineos-Grenadiers Tao Geoghegan Hart e Filippo Ganna, l’atleta del Team Bike Exchange Simon Yates e la Marketing and Media Rights di PMG Sport Ginevra Cividini. Presenti in studio il Presidente del GS Alto Garda Giacomo Santini e il General Manager del Tour of the Alps Maurizio Evangelista.

Dal 19 al 23 aprile prossimo andrà in scena un’edizione da record dell’evento ciclistico che attraversa i territori dell’Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino. Delle 22 squadre ai nastri di partenza di Bressanone, due in più rispetto alle passate edizioni, saranno ben 12 le compagini di livello UCI World Tour. Un nuovo record di formazioni di prima categoria per la corsa del G.S. Alto Garda, che si prepara a fare il pieno di grandi nomi in cerca di conferme in vista dell’imminente Giro d’Italia.

Come da tradizione (vincente) degli ultimi anni, ci sarà il Team INEOS-Grenadiers, la squadra dell’ultimo vincitore del Giro d’Italia Tao Geoghegan Hart. Il giovane britannico non ha ancora sciolto le riserve sui programmi stagionali, ma tutto suggerisce che sarà proprio lui il leader al Tour of the Alps per preparare nel migliore dei modi la difesa della maglia rosa.
Proprio il Tour of the Alps ha lanciato la carriera ad alti livelli di Geoghegan Hart, con il secondo posto nell’edizione 2019, agguantato alle spalle del compagno di squadra Pavel Sivakov. “Ho già vinto due tappe al Tour of the Alps. Spero davvero di tornare per vincerlo e chiudere il cerchio”, ha detto il talentuoso londinese dal ritiro pre-stagionale a Gran Canaria. Fra le fila del Team INEOS è invece confermata la presenza di Filippo Ganna, il Campione del Mondo a cronometro alla ricerca nuove sfide anche quando la strada sale.
Al via di Bressanone ci sarà anche la Trek-Segafredo di Vincenzo Nibali, che come di consueto ha scelto il Tour of the Alps come ultimo termometro prima di un nuovo assalto al Giro d’Italia.
Protagoniste del Tour of the Alps 2021 saranno anche la Groupama-FDJ di Thibaut Pinot, già vincitore nell’Euregio nel 2018, la Bora-Hansgrohe di Emanuel Buchmann, la Israel Start-Up Nation, nuova squadra di Chris Froome, la Qhubeka-Assos di Fabio Aru, la Bahrain-Victorious di Mikel Landa e, infine, il Team Astana-Premier Tech di Aleksandr Vlasov.
Fra le novità della prossima edizione ci sono il ritorno, della EF Education Nippo e dell’ambiziosa UAE Team Emirates, in aggiunta a due importanti debutti. Il Team BikeExchange sarà capitanato al Tour of the Alps da Simon Yates, l’esplosivo scalatore vincitore della Vuelta a España 2018, particolarmente adatto ai percorsi brevi ma intensi proposti dagli organizzatori del G.S. Alto Garda. Farà il suo esordio nell’Euregio anche una corazzata come il Team Movistar del neo-capitano Miguel Angel Lopez.

Annunciata inoltre la presenza di 8 formazioni Professional molto agguerrite, a cominciare dalle italiane Androni Giocattoli-Sidermec, Bardiani-CSF-Faizané, Vini Zabù-Brado-KTM ed Eolo-Kometa: la formazione guidata da Ivan Basso e Alberto Contador sarà al debutto al Tour of the Alps nella sua prima stagione a livello Professional.
Fra le straniere, fari puntati sul Team Gazprom-Rusvelo, che schiererà il sempre temibile Ilnur Zakarin, e sul Team Arkéa-Samsic di Nairo Quintana: se metterà la Maglia Rosa nel mirino, allora il vincitore del Giro 2014 potrebbe arricchire il panel dei favoriti d’obbligo. Spazio anche agli spagnoli della Caja Rural-Seguros RGA e ai norvegesi della Uno-X Pro Cycling Team.

Al via anche la formazione Continental austriaca Tirol KTM Cycling Team, in rappresentanza del Tirolo, e la Nazionale Italiana del CT Davide Cassani. “Il Tour of the Alps si caratterizza per i suoi percorsi belli e impegnativi e per la lunghezza delle tappe non proibitiva – ha detto Cassani. – I campioni vengono al Tour of the Alps guardando al Giro d’Italia, ma con l’obiettivo di vincere una corsa che si è fatta sempre più importante negli anni.”

Fonte federciclismo

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti