La Marcialonga Cycling Craft di Pedrazzo (TN) incorona Kairelis e Passalacqua, nel corto Avanzo e Sonzogni

Di GIANCARLO COSTA ,

Il gruppo della Marcialonga Cycling Craft (foto Newspower)
Il gruppo della Marcialonga Cycling Craft (foto Newspower)

È del lituano Dainius Kairelis e della ligure Daniela Passalacqua, conterranea di Alessandro Petacchi, il sigillo sul percorso lungo della Marcialonga Cycling Craft, mentre sul percorso più corto, 68 contro i 116 km del granfondo, si sono distinti il trentino Francesco Avanzo e la bergamasca Manuela Sonzogni.

Oggi a Predazzo (TN) ciclismo in festa, bella giornata finalmente dopo il rinvio per neve di maggio, gara molto vivace fin dalle prime battute e spettacolo su tutti i fronti.

Suggestiva la partenza col vialone di Predazzo zeppo di ciclisti, poi lasciata alle spalle Ziano sono cominciati i colpi di frusta. Il primo a movimentare la gara è stato Roberto Mich, un allungo violento il suo, che ha costretto Carlo Muraro alla rincorsa. Dietro li hanno lasciati fare fino alla prima salita, quella che porta a Capriana, prima, e ad Anterivo, poi. Sulla salita in mezzo ai prati di Anterivo il gruppo dei migliori si è ricompattato e sulla testa si sono “presentati” Kairelis, Zen, Cunico, Bertuola, Varesco, Schweiggl e tutti i più forti. Il ritmo si è alzato subito e la gara rientrata in Val di Fiemme ha ripreso vigore sulla salita, dolce ma continua, delle tre Ville, Carano, Daiano e Varena. È lì che Kairelis e Muraro di buon accordo hanno preso il largo. A passo di Pramadiccio, epilogo prima del bivio tra corto e lungo, Kairelis ha deciso di abbandonare la compagnia e si è avventurato tutto solo verso Pampeago dove il distacco da Muraro era già salito ad 1’15”. Dietro si staccavano dal gruppetto Bertuola e Zen e la gara a quel punto cambiava fisionomia. Sulla parte finale dell’ascesa di passo Pampeago Kairelis teneva duro, Bertuola e Zen cercavano invano, nonostante il buon accordo, di accorciare il divario.

Sulla salita i distacchi in generale si facevano sempre più marcati. Kairelis imperterrito a fendere l’aria, dietro ad oltre 1’ Bertuola e Zen, ad un altro minuto Muraro e Varesco e quindi Schweiggl.

Nella ripida, veloce e tortuosa discesa da passo di Pampeago verso Obereggen e Ponte Nova i distacchi rimanevano invariati. Del resto Kairelis dietro era ”protetto” da Bertuola che riusciva a contenere Zen, ma chi sull’ultima ascesa verso il Costalunga cominciava a farsi notare era l’altoatesino Schweiggl.

Poco prima del Lago di Carezza, tra gli splendidi paesaggi della Dolomiti, Kairelis era agganciato da Bertuola e Zen, poi a passo Costalunga coronava con successo il recupero Schweiggl ed il quartetto iniziava l’ultima e veloce discesa verso il traguardo.

Tantissima gente a Moena a salutare il passaggio dei primi, applauditi anche dall’olimpionico Cristian Zorzi rientrato nella sua Moena dopo aver tagliato il traguardo del percorso più corto al 43° posto.

Il finale era una volatona a quattro, Bertuola lanciava Kairelis, decisamente il più veloce, tra i due si incuneava Zen ed il podio era da fotofinish: Kairelis (Mg K Vis), Zen e Bertuola e ad un soffio Schweiggl. Buon quinto Jarno Varesco che evitava la volata.

Tra le donne è stata la giornata della spezzina Daniela Passalacqua (Promociclo Images) che metteva in mostra la maglia iridata amatori conquistata lo scorso anno in Sudafrica. Sempre in testa a menar le danze, con la favorita Claudia Gentili costretta ad inseguire complice anche un cattivo stato di salute. Sempre e per tutta la gara al terzo posto Astrid Schartmüller.

La gara più breve si è divisa da quella granfondo a Stava, dopo la discesa da passo Pramadiccio. Anche questa gara si è decisa in volata, un gruppo nutrito con Francesco Avanzo (Bergner Brau) che con un potente colpo di reni metteva al sicuro il successo sul veronese Adriano Lorenzi e nell’ordine Spiazzi, Binotto, Magri, Toia, Moro, Zemmer, Santoni, Ludwig e Calliari.

Al femminile il successo è andato all’orobica Manuela Sonzogni (Isolmant), sempre a combattere nella testa della corsa (femminile) e prima al traguardo con Christiane Koschier a 1’33 e Claudia Wegmann terza a 5’4”.

Va così in archivio la settima edizione della Marcialonga Cycling Craft, prova del Challenge Giordana e del circuito Nobili/Supernobili, ma anche della Combinata “Punto3 Craft che somma i risultati della mitica granfondo invernale e della Marcialonga Running di settembre.

E questo era anche l’ultimo impegno del presidente Weiss e pure della “Soreghina”, l’ambasciatrice della Marcialonga, pronta a passare lo scettro il 1° agosto.

Info: www.marcialonga.it

Classifiche:

Percorso granfondo 116 km – maschile

1. Kairelis Dainius MG. K VIS.GOBBI LGL DEDACCIAI 3:28.15,4; 2. Zen Enrico U.C. LUGO CICLI BERALDO 3:28.15,5; 3. Bertuola Alessandro LEGEND MICHE GOBBI 3:28.16,1; 4. Schweiggl Mathias DYNAMIC BIKE TEAM 3:28.16,8; 5. Varesco Jarno L'ARCOBALENO CARRARO TEAM 3:28.55,0; 6. Muraro Carlo LEGEND MICHE GOBBI 3:30.45,4; 7. Moretti Romeo ASD TEAM GRANFONDO LIOTTO 3:31.56,6; 8. Cunico Roberto U.C. LUGO CICLI BERALDO 3:33.24,0; 9. Minuzzo Paolo LEGEND MICHE GOBBI 3:33.44,6; 10. Palazzi Giacomo TEAM ISOLMANT 3:33.44,7

Percorso granfondo 116 km – femminile

1. Passalacqua Daniela PROMOCICLO IMAGES 3:55.30,9; 2. Gentili Claudia PRESTIGIO CAME GIORDANA 3:56.56,6; 3. Schartmueller Astrid ASD TEAM RANA TAGLIARO 4:00.46,5; 4. Gallo Valentina A.R. TEAM ARMISTIZIO HARD SERVICE 4:08.53,6; 5. Vaccaroni Dorina G.S. ALPILATTE - BR. PNEUMATICI ZANE' 4:08.53,7; 6. Avanzi Claudia A.S.D. G.S. PEDALE BAGNOLESE 4:12.13,5; 7. Fumarola Vincenza ROYAL CYCLING TEAM 4:17.09,7; 8. Benedet Elisa G.C. MESCHIO 4:17.48,4; 9. Corina Alessandra ROYAL CYCLING TEAM 4:19.19,1; 10. Zamboni Elisa BERGNER BRAU 4:19.31,7

Percorso mediofondo 68 km – maschile

1. Avanzo Francesco BERGNER BRAU 1:52.13,2; 2. Lorenzi Adriano AVESANI BIKE 1:52.13,4; 3. Spiazzi Davide AVESANI BIKE 1:52.13,5; 4. Binotto Alessandro G.S. BEVARINO THIENE 1:52.13,6; 5. Magri Giulio TEAM ISOLMANT 1:52.13,7; 6. Toia Massimiliano ASD TEAM UCSA 1:52.13,8; 7. Moro Giampaolo CYCLE SPORT VIS SICUREZZA 1:52.14,1; 7. Zemmer Michael DYNAMIC BIKE TEAM 1:52.14,1; 9. Santoni Duilio G.S. VERTICAL SPORT & CLIMB 1:52.14,2; 10. Ludwig Stefan BREN TEAM TRENTO 1:52.14,3

Percorso mediofondo 68 km – femminile

1. Sonzogni Manuela TEAM ISOLMANT 2:01.20,6; 2. Koschier Christiane ASD FIMAP MR GUD 2:02.54,4; 3. Wegmann Claudia A.S.V. JENESIEN SOLTNFLITZER 2:06.24,7; 4. Zogli Sabrina G.S. ALPILATTE - BR. PNEUMATICI ZANE' 2:08.00,7; 5. Arsie Martina G.S. ALPILATTE - BR. PNEUMATICI ZANE' 2:08.54,6; 6. Coato Marisa GREEN TEAM 2:08.54,8; 6. Santirana Silvia CYCLING TEAM BELLUNESE 2:08.54,8; 8. Giacomuzzi Elena A.S.D. WHITE MOON 2:11.32,5; 9. Fabbian Tamara TINKY LADIES PINARELLO 2:13.45,5; 10. Trazzi Barbara TEAM ISO-SISTEM TECNOLOGIE 2:14.36,1

Fonte Newspower

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Può interessarti