Il ciclismo torna sul Monte Bondone con La Leggendaria Charly Gaul l’11 luglio

Di GIANCARLO COSTA ,

Partenza La Leggendaria Charly Gaul (foto Newspower)
Partenza La Leggendaria Charly Gaul (foto Newspower)

Con l’arrivo della primavera e con le temperature che giorno dopo giorno salgono, torna anche la voglia di indossare l’abbigliamento da ciclismo e pedalare all’aria aperta. Quale miglior occasione se non prendere parte alla 15.a edizione de ‘La Leggendaria Charly Gaul - UCI Gran Fondo World Series’?

Nel fine settimana dal 9 all’11 luglio 2021 è in programma, salvo nuovi aggiornamenti in materia di Covid-19, la granfondo per eccellenza organizzata da Trento Eventi Sport SSD e APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi, con il traguardo posto sul mitico Monte Bondone, teatro di epiche battaglie al Giro d’Italia tra i ‘big’ del ciclismo internazionale. La manifestazione a pedali, quest’anno, farà parte di alcuni tra i più importanti circuiti granfondistici italiani come ‘Alè Challenge’, oltre ad ‘Alpe Adria Tour’ e il blasonato ‘UCI Gran Fondo World Series’, segno di quanto la kermesse trentina sia apprezzata dagli amanti delle due ruote di tutto il mondo.

Ad aprire il weekend agonistico ci penserà, come consuetudine, la ‘Cronometro di Cavedine UCI Gran Fondo World Series’ sui 24 km e 442 metri di dislivello interamente ricavati in Valle dei Laghi. Il percorso, dopo la partenza in salita, scenderà attraverso Drena fino a costeggiare il lago di Cavedine, conosciuto tra gli amanti del windsurf, salvo poi risalire al traguardo dal versante di Lasino.
Sabato sarà dedicato alla ciclostorica ‘La Moserissima’ ormai giunta alla 6.a edizione, domenica invece atto conclusivo della manifestazione ciclistica con l’evento clou, la granfondo dedicata al lussemburghese Charly Gaul che nel 1956 compì un’impresa epica sulle rampe del Monte Bondone. La partenza da Piazza Duomo a Trento è ormai un ‘must’ per il menù de ‘La Leggendaria’ e lo è altrettanto il percorso confermato anche per l’edizione 2021. La rotta in direzione Valle di Cembra, con la scalata alla ‘Salita dei Campionissimi’ in onore dei forti corridori nati e cresciuti a Palù di Giovo, è solo l’antipasto per chi mastica ciclismo, mentre il proseguo è una fatica da affrontare con una grande dose di allenamento nelle gambe. Per i meno ‘audaci’ ci sarà da scalare solo un versante del Monte Bondone, quello con l’attacco da Piedicastello, mentre per i più temerari i versanti saranno due, il primo da Aldeno e il secondo da Sopramonte, intervallati – ancora una volta – dalla Valle dei Laghi. Al traguardo di Vason ci si arriverà dopo 57 km e 2000 metri di dislivello per i partecipanti alla ‘Mediofondo’, e dopo 141 km e 4000 metri di dislivello per coloro che avranno scelto la ‘Granfondo’ e si tratterà, in tutti i casi, di una vera e propria impresa sportiva.

Per iscriversi, entro il 30 aprile 2021 si potrà usufruire della quota di partecipazione ridotta fissata a 52 euro per la gara domenicale, mentre per la formula combinata che include granfondo e cronometro il costo sarà di 70 euro. Sarà un weekend da vivere appieno, godendo del mix perfetto tra sport e natura con il Monte Bondone che si trasformerà nuovamente nel naturale ‘parco giochi’ dedicato agli appassionati di ciclismo.

Fonte Newspower

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti