Giro d'Italia: l’equadoriano Narvaez vince la Nove Colli di Cesenatico

Di GIANCARLO COSTA ,

Jhonatan Narvaez vincitore tappa Cesenatico Giro d'Italia (foto cyclingnews)
Jhonatan Narvaez vincitore tappa Cesenatico Giro d'Italia (foto cyclingnews)

Nella giornata del ricordo di Marco Pantani, con la tappa Cesenatico – Cesenatico di 204 km con 3800 metri di dislivello, 4 GPM ma nove colli da scalare, su un percorso che ricalca fedelmente la Granfondo amatoriale Nove Colli, non disputata a maggio ma riproposta nell’ambito del Giro d’Italia, Jhonatan Narvaez del Team Ineos Grenadiers, ha ottenuto la sua prima vittoria al Giro d'Italia (e prima in una corsa WorldTour) secondo successo in questa edizione della Corsa Rosa per l'Ecuador dopo quello di Jonathan Caicedo sull'Etna e terzo per il Team Ineos Grenadiers dopo i due successi di Filippo Ganna.

Il corridore ecuadoriano ha vinto in solitaria imponendosi a Cesenatico sotto la pioggia. Secondo Mark Padun (Bahrain-McLaren) che nel finale ha sofferto una foratura mentre al terzo posto ha chiuso un altro dei corridori che erano andati fuga nella prime fasi della corsa, Simon Clarke (EF Pro Cycling).
Gli uomini di classifica sono arrivati in gruppetto al traguardo, dopo che la NTT di Domenico Pozzovivo ha cercato di fare selezione nella parte centrale della corsa, ma senza nessun attacco di rilievo dai big della corsa Rosa.
Nessun cambiamento nella classifica generale con Joao Almeida (Deceuninck-Quick Step) che veste la Maglia Rosa per il decimo giorno consecutivo.

Il vincitore di tappa Jhonatan Narvaez ha dichiarato: "Ho vinto una bella tappa del Giro d'Italia. Per fortuna sono un corridore che non ha problemi con la pioggia e il freddo. È stata una frazione lunga ma ce l'ho fatta! Quando Padun ha forato, il mio direttore sportivo mi ha chiesto di aspettare un po' ma con l'adrenalina della corsa sentivo che stavo andando verso la vittoria. Mi sono alimentato e gestito bene negli ultimi dieci chilometri. È stato un anno difficile: siamo rimasti a casa a lungo quindi mi godo questo momento al Giro, è davvero una bella corsa".

CLASSIFICA DI TAPPA
1 - Jhonatan Manuel Narvaez (Team Ineos Grenadiers) - 204 km in 5h31'24", media 36.934 km/h
2 - Mark Padun (Bahrain - McLaren) a 1'08"
3 - Simon Clarke (EF Pro Cycling) a 6'50"

CLASSIFICA GENERALE
1 - João Almeida (Deceuninck - Quick-Step)
2 - Wilco Kelderman (Team Sunweb) a 34”
3 - Pello Bilbao (Bahrain - McLaren) a 43”
4 - Domenico Pozzovivo (Ita) NTT Pro Cycling a 57”
5 - Vincenzo Nibali (Ita) Trek-Segafredo a 1’01”
6 - Patrick Konrad (Aut) Bora-Hansgrohe a 1’15”
7 - Jai Hindley (Aus) Team Sunweb a 1’19”
8 - Rafal Majka (Pol) Bora-Hansgrohe a 1’21”
9 - Fausto Masnada (Ita) CCC Team a 1’36”
10 - Jakob Fuglsang (Den) Astana Pro Team a 2’20”

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti