Giro d’Italia: la Cuneo-Pinerolo a Cesare Benedetti, Jan Polanc nuova Maglia Rosa

Di GIANCARLO COSTA ,

Cesare Benedetti vincitore della Cuneo Pinerolo (foto Bettini Cyclingnews)
Cesare Benedetti vincitore della Cuneo Pinerolo (foto Bettini Cyclingnews)

Emozioni nella 12a tappa del Giro d’Italia, la Cuneo-Pinerolo, di 145 km, che pur non avendo lo stesso percorso della storica tappa della leggenda di Coppi, è stata combattuta e spettacolare con la prima vera salita del Giro, quella di Montoso. Pronti via e scappa una fuga di 25 corridori che guadagna un quarto d’ora, tra i quali ci sarà la nuova Maglia Rosa Polanc della UAE Emirates, che così passa da un suo corridore, Valerio Conti, ad un altro, Jan Polanc. Il gruppo con i favoriti del Giro si scatena sulla salita di Montoso con Landa, Lopez e quindi anche Nibali, scattano a ripezione, nel tentativo di staccare il secondo in classica, lo sloveno Roglic.

Intanto il finale con lo strappo al 20% nelle vie di Pinerolo, regala ancora emozioni, con Cesare Benedetti e Brambilla che scattano e sono ripresi sul viale finale, ma qui scatta ancora Cesare Benedetti della Bora Hansgroe che va a vincere su Damiano Caruso, in quello che è il suo più grande successo in carriera. A 25 secondi arriva Jan Polanc che così indossa la maglia Rosa.
Al traguardo guadagnano 28 secondi Landa e Lopez, che d’altronde sono quelli che devono riguadagnare secondi in classifica generale, sul gruppetto con Roglic, Nibali e Yates.

Domani storico arrivo al lago Serrù a Ceresole Reale, che sarà il primo arrivo in salita e in quota del Giro d’Italia.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti