Giro di Romandia: la crono finale a Cavagna, la generale a Thomas, terzo Fausto Masnada

Di GIANCARLO COSTA ,

Thomas Porte e Masnada il podio del Giro di Romandia (foto Cyclingnews)
Thomas Porte e Masnada il podio del Giro di Romandia (foto Cyclingnews)

Si è concluso il Giro di Romandia, breve corsa a tappe in Svizzera, che consente di verificare la condizione a chi andrà a correre l’ormai imminente Giro d’Italia.

Nella cronometro finale di Friburgo di 16 km, vittoria del francese Remi Cavagna della Deceuninck - Quick-Step in 21’54”. Al secondo posto si piazza lo svizzero Stefan Bissegger a 5 secondi e al terzo Geraint Thomas a 16 secondi. Per gli italiani buone prove di Fausto Masnada 6°, Mattia Cattaneo 7° e Filippo Ganna 10°.

Nella classifica finale vittoria di Geraint Thomas della Ineos Grenadiers in 17h59’57”, seconda piazza per Richie Porte a 28”, in chiave azzurra grande terzo posto per Fausto Masnada a 38 secondi, quarto Marc Soler a 39 secondi e quinto Michael Woods a 43 secondi, quindi Damiano Caruso 9° e Mattia Cattaneo 12°.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti