In 1000 alla Granfondo Noberasco di Albenga (SV)

Di GIANCARLO COSTA ,

Arrivo-maschile_alla_Granfondo_Noberasco_(foto_Play_Full_Nikon).jpg
Arrivo-maschile_alla_Granfondo_Noberasco_(foto_Play_Full_Nikon).jpg

Il varesotto Riccardo Toia si impone nella volata a sei alla Granfondo Noberasco 104°. Tra le donne arrivo in solitaria per la spezzina Daniela Passalacqua. Il cielo minaccioso della mattina frena i meno arditi dal prendere il via: 1006 partenti ufficiali sui 1500 iscritti. Si chiude il Giro delle Regioni e la Coppa Liguria. Al CS Ortovero la palma di società più numerosa.

23 settembre 2012, Albenga (Sv) – Pareva volere essere una giornata piovosa, ma le previsioni del tempo avevano invece predetto il vero. Dopo una prima mattina coperta da spesse nubi, il sole ha poi preso il sopravvento. Purtroppo però tanti ciclisti si sono lasciati intimorire, bloccando così le iscrizioni alla Granfondo Noberasco 104° al sabato pomeriggio a quota 1500 nominativi. Di questi solo 1006 si sono presentati domenica 23 settembre mattina, nelle scenografiche griglie di partenze poste sul lungo mare Cristoforo Colombo di Albenga, pronti a prendere il via per il rinnovato percorso di 117 chilometri.

Dopo il primo tratto a velocità controllata necessario per uscire dal centro abitato, la corsa prende subito il via con la prima fuga di giornata. A farne parte il brianzolo Stefano Sala e il modenese Stefano Nicoletti. Sulla salita di Caprauna vengono raggiunti dal romagnolo Valentino Carriero e dal biellese Emiliano Paiato. I quattro sono i primi a scollinare al GPM del Colle di Caprauna, inseguiti a meno di un minuto dal varesotto Riccardo Toia, dall'imperiese Manuele Caddeo, dal siciliano Gianluca Mirenda e dal pistoiese Alfonso Falzarano, che durante la discesa verso Ponti di Nava, rientrano sui fuggitivi e si portano in testa alla corsa. Sul Colle di Nava i due gruppi si compattano a formare il nuovo battistrada. Dietro di loro il vuoto.

A Borghetto d'Arroscia la corsa vede un nuovo sussulto. Sono già i primi metri della salita di Gazzo che sfasciano il gruppo, lasciando in testa alla corsa Toia, Sala e Falzarano, ai quali si aggiunge Carriero. Intanto l'”enfant du pays” Caddeo combatte contro una crisi di fame e tenta di ricucire lo strappo. A Gazzo rientrano sulla testa della corsa il giovane imperiese e Mirenda a chiudere il terzetto della Maggi.

Qualche scaramuccia senza effetto caratterizza la corsa fino a Villanova d'Albenga, dove i corridori tentano di evitare la volata. Nonostante l'esaltante sequenza di scatti, il gruppo arriva compatto sul viale dell'arrivo, posto in fronte agli stabilimenti Noberasco, lanciando la lunga volata, dove è Riccardo Toia a dimostrarsi ancora una volta il più veloce, lasciando dietro di sé Gianluca Mirenda, Manuele Caddeo, Carriero, Falzarano e Sala.

Tra le donne la vittoria la guadagna in solitaria la spezzina Daniela Passalacqua, che ha condotto la corsa in testa alla classifica femminile fin dalle prime battute. Posizioni del podio decise nella volata di gruppo tra la bolognese Marina Lari, giunta seconda e la valenzana Raffaella Palombo, che chiude il podio.

E' il Circolo Sportivo Ortovero a portare alla partenza più associati e a vincere la classifica riservata aile società, davanti alle torinesi CC Piemonte e Jolly Europrestige.

Una festa in piena regola, questa edizione della Granfondo Noberasco 104°, iniziata alla grande già il sabato pomeriggio quando sono stati i bambini a tenere banco con la Fruttime Bike, la gara a loro riservata. Valevole come ultima prova del Campionato Provinciale e del Challenge Ligure FCI, ha visto schierarsi nelle relative partenze ben 140 piccoli ciclisti delle categorie G1-G6 tesserati per società sportive. Una sessantina i bambini non tesserati che hanno preso parte alla kermesse.

Un piccolo esercito di giovani pedalatori che, sommati ai loro genitori, hanno gioiosamente invaso la zona logistica. Una bella competizione in MTB che ha visto sfidarsi questi piccoli pedalatori in erba, con una grinta da fare invidia ai grandi. A far loro compagnia la mascotte Fruttime, che ha omaggiati confezioni di prodotti a tutti. Al termine ricca merenda a suon di pane e Nutella e premi per ogni bambino.

Veramente sfizioso il pacco gara consegnato a tutti gli iscritti, all'interno del quale i prodotti Noberasco hanno fatto la parte del padrone. I prodotti di frutta essiccata sono stati anche il leitmotif delle premiazioni che hanno visto consegnare splendidi cesti colmi di tante gustose novità, ma anche di pregiato materiale tecnico.

Si chiude quindi in grande stile anche l'edizione 2012 della Granfondo Noberasco, valevole come 2a prova del Gran Premio Mare d'Autunno e come prova finale della Coppa Liguria e del Giro delle Regioni.

«Un ringraziamento particolare va a tutte le Forze dell'Ordine e le amministrazioni comunali dei paesi interessati – sono le parole di Vittorio Mevio, presidente del GS Alpi, la società organizzatrice la manifestazione – che hanno permesso di mettere in piedi questa bella festa, così come tutti i volontari e il personale dello staff che ogni anno si fa veramente in quattro. La partenza sul mare è stata altamente scenografica – continua Mevio – e ora non resta che mettersi al lavoro per la prossima edizione ringraziando la famiglia Noberasco che, nonostante i periodi di crisi che attanagliano l'Italia, continua a credere in questo meraviglioso progetto.»

CLASSIFICHE GENERALI

MASCHILE

1. Riccardo Toia (C-Performance Factory Team); 03:19:49; 34,83 km/h

2. Gianluca Mirenda (Team Maggi Frw); 03:19:49; 34,83 km/h

3. Manuele Caddeo (Team X-Bionic - Lapierre); 03:19:50; 34,83 km/h

4. Valentino Carriero (Team Maggi Frw); 03:19:50; 34,83 km/h

5. Alfonso Falzarano (Team Maggi Frw); 03:19:50; 34,83 km/h

6. Stefano Sala (Team Carimate Kuota); 03:19:52; 34,82 km/h

7. Stefano Nicoletti (Max Team); 03:22:10; 34,42 km/h

8. Emiliano Paiato (Asd Team Cycling Center); 03:22:10; 34,42 km/h

9. Paolo Castelnovo (Uc Ezio Borgna Hersh Bike Cycling Team); 03:22:11; 34,42 km/h

10. Andrea Natali (C-Performance Factory Team); 03:26:16; 33,74 km/h

FEMMINILE

1. Daniela Passalacqua (Promociclo Images); 03:49:16; 30,35 km/h

2. Marina Lari (Max Team); 03:52:08; 29,98 km/h

3. Raffaella Palombo (Team Cinelli Glass'Ngo); 03:52:09; 29,98 km/h

4. Olga Cappiello (Team Cinelli Glass'Ngo); 03:53:46; 29,77 km/h

5. Maria Cristina Nisi (A.S.D. Max Lelli); 03:53:48; 29,76 km/h

Per ulteriori informazioni www.granfondonoberasco.com

Ufficio Stampa Granfondo Noberasco 104°
Play Full - Agenzia Stampa

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Può interessarti