Susa Moncenisio Galibier Monginevro Susa – Itinerario cicloturismo su strada

Di GIANCARLO COSTA ,

Apertura  Itinerario Susa Galibier Susa
Apertura Itinerario Susa Galibier Susa

ACCESSO: Per arrivare a Susa, prendere l’autostrada Torino-Frejus, uscire a Susa, procedere verso il centro città, in prossimità della stazione ferroviaria c’è un ampio parcheggio e un po’ defilata anche l’area camper.

CHILOMETRAGGIO: 210 KM
DISLIVELLO: 4500m circa

Descrizione Itinerario

La Susa-Susa è una grande classica del cicloturismo su strada delle Alpi Occidentali. Si passa su colli che sono la storia stessa del ciclismo, del Tour de France e del Giro d’Italia. Al suo punto culminante, il Col du Galibier, è legata la leggenda di Marco Pantani e del suo Tour de France del 1998. Il giro può essere percorso in senso orario o antiorario, come in questo caso.

Dopo la partenza da Susa, si sale per statale al Colle del Moncenisio (quota 2100m circa), dove si trova anche l’omonimo lago, quindi una discesa su strada larga con tornanti lunghi porta a Lanslebourg Mont-Cenis (quota 1400m). Da qui svoltare a sinistra e pedalare in direzione Modane. Da Modane continuare verso la Valle della Maurienne. A Saint Michel de Maurienne, svoltare a sinistra e iniziare la salita che porta al Col du Telegraphe (quota 1566m). Scendere dal Col du Telegraphe e arrivare a Valloire. Attraversare il paese ed iniziare la salita al Col du Galibier (quota 2642m). Dal Col du Galibier scendere e arrivare al Col du Lautaret (quota 2058m), da qui svoltare a sinistra e scendere verso Serre Chevalier e quindi arrivare a Briançon. Da Briançon iniziare la salita verso il Colle del Monginevro (quota 1860m), ultima salita di giornata, anche qui strada larga e tornanti lunghi in cui bisogna tirare fuori le ultime energie dopo una giornata che richiede un’ottima preparazione al fondo e alla salita. Dal Colle del Monginevro si ritorna in Italia, e inizia la lunga discesa, da pedalare, per Claviere, Cesana, Ulzio, Salbertrand, Chiomonte, Gravere e quindi si ritorna a Susa.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti