Itinerari MTB in Valposchiavo (SVI)

Di GIANCARLO COSTA ,

Itinerari-MTB-in-Valposchiavo.jpg (foto Ente Turistico Valposchiavo)
Itinerari-MTB-in-Valposchiavo.jpg (foto Ente Turistico Valposchiavo)

Nell’estate 2012 molti dei 100 km percorribili in mountain bike verranno sistematicamente segnalati come itinerari cosicché le vacanze per i ciclisti nella valle più meridionale del Grigioni saranno ancora più attraenti.

Nuovi percorsi bike

Nell’estate 2012 i percorsi per ciclisti, già ora contrassegnati dai cartelli rossi, saranno segnalati come itinerari, pubblicati su una speciale carta bike e pubblicizzati attraverso vari canali. 5 tracciati della valle, il collegamento tra l’Alta Engadina e la Valposchiavo così come un nuovo itinerario regionale che da Scuol attraversa la Val Müstair - Val Mora - Val Viola - Val di Campo - Poschiavo - Tirano sono stati esaminati scrupolosamente e quindi costruiti o leggermente adattati.

Il nuovo itinerario locale parte da Livigno - Forcola di Livigno - Forcola Minur - Passo del Bernina e scende in Valposchiavo. Così anche l’Alta Engadina e Livigno sono collegati.

Abilità fisica e tecnica non devono mancare ai biker che andranno a pedalare su questi itinerari. La maggior parte dei tracciati per mountain bike in Valposchiavo richiedono una certa abilità fisica e superano grandi differenze di altitudine. Alcuni itinerari mettono davvero alla prova la capacità tecnica dei ciclisti. Ne è un esempio la nota discesa “Bernina Express”, molto amata dagli appassionati, che da Cavaglia attraverso Cadera conduce a Poschiavo. Ma questo tratto, caratterizzato da incantevoli paesaggi, sarà accessibile anche ai ciclisti meno audaci attraverso un nuovo tracciato che da Cavaglia scenderà lungo il versante della montagna fino a valle.

Collegamento internazionale

Per coloro a cui non bastano gli itinerari della Valposchiavo, c’è la possibilità di scoprire la fitta rete di tracciati bike dell’Alta Rezia che attraversa il confine. Molti tracciati portano alla vicina Italia. Un nuovo progetto mira a collegare il Col d’Anzana, attraverso i pendii valtellinesi, al Lago di Como. Il divertimento in sella della mountain bike è quindi senza confini. Gli alberghi del gruppo Alta Rezia Bike Hotels oltre a offrire la possibilità di trascorrere la notte e di ristorarsi mettono a disposizione particolari servizi pensati per i ciclisti.

Proposte di percorsi con la mountain bike

Proposta 1 Val da Camp

Percorso: Poschiavo (1014m) - Pedemonte - Sfazù - Campo - Passo Val Viola (2485m)

Lunghezza: circa 20 Km

Durata: 3 - 4 ore

Dislivello: 1471m (1014m - 2485m)

Difficoltà: media - difficile

Terreno: sterrato; 85% ciclabile

Gita nella magnifica Val di Campo. Un sentiero piuttosto sconnesso, passando nelle vicinanze di alcuni meravigliosi laghetti alpini, porta al Passo di Val Viola. Seguendo una mulattiera, si può scendere fino ad Arnoga sulla statale del Foscagno e proseguire quindi verso i Laghi di Cancano oppure Bormio. Possibilità di ristoro a Lungacqua e Alp Camp.

Proposta 2 Poschiavo - Sfazù

Percorso: Poschiavo (1014m) - Cansumé - Urezza - Fistignani - Campo (2065m) - Sfazù -

Poschiavo

Lunghezza: 37 Km

Durata: 4 ore

Dislivello: 1051m ( 1014m - 2065m)

Difficoltà: media

Terreno: sterrato; 100% ciclabile

Gita impegnativa che conduce in Val da Camp e offre stupende viste panoramiche, dapprima sulla Valposchiavo e le sue vette e quindi sulla Val da Camp, zona protetta e molto conosciuta per le sue bellezza naturali. Possibilità di ristoro a Lungacqua, Alp Camp e Sfazù.

Proposta 3 Lago di Poschiavo

Percorso: Poschiavo (1014m) - Miralago - Golbia - Selvaplana (1126m) - Miralago - Poschiavo

Lunghezza: 24 km

Durata: 1.5 - 2 ore

Dislivello: 112m (1014m-1126m)

Difficoltà: facile

Terreno: asfalto, sterrato; 100% ciclabile

Tracciato sul fondovalle adatto a tutta la famiglia. Percorso ricco di spunti panoramici su Viano, sulla chiesetta di San Romerio, su Brusio ed il suo viadotto della Ferrovia Retica e sulle vette della Valposchiavo. Possibilità di ristoro a Miralago e Brusio (Garbela e Miravalle).

Proposta 4 Poschiavo - Tirano

Percorso: Poschiavo (1014m) - Miralago - Brusio - Viano (1381m) - Baruffini - Tirano (448m)

Lunghezza: ca. 20 km

Durata: 3.5 ore

Dislivello: 933m (448m-1381m)

Difficoltà: media

Terreno: asfalto, sterrato; 95% ciclabile

Gita impegnativa che si estende dalle montagne della Valposchiavo ai vigneti della Valtellina, seguendo lo storico sentiero dei contrabbandieri. Possibilità di ristoro a Viano. Ritorno da Tirano possibile anche con il treno.

Proposta 5 Col d’Anzana - Tirano

Percorso: Poschiavo (1014m) – Miralago – Campascio – Cavaione - Col d‘Anzana (2224m) – Tirano (438m)

Lunghezza: circa 46 km

Durata: 6 ore

Dislivello: 1786m (438m-2224m)

Difficoltà: difficile

Terreno: sterrato, sentiero; 90% ciclabile

Itinerario impegnativo che passa per la Val Saiento, una delle più belle regioni alpine della Valposchiavo. La discesa che porta a Lüghina segue il crinale e poi scende lungo una delle tante strade della prima guerra mondiale presenti nella regione, l’ideale per fare del bellissimo freeride. Possibilità di accorciare la salita approfittando del servizio navetta fino a Pescia Bassa. (T +41 81 844 10 42) Possibilità di alloggio alla Capanna Anzana (la chiave è da richiedere presso il comune di Brusio (T +41 81 846 54 61)

Proposta 6 Passo Bernina - Poschiavo

Percorso: Ospizio Bernina (2253m) - Palü granda - Plan da li Tegi - La Rösa - Sfazù - Pedemonte - San Carlo Poschiavo (1014m)

Lunghezza: circa 18 km

Durata: 2 ore

Dislivello: 1239m (2253m-1014m)

Difficoltà: media-difficile

Terreno: sterrato, sentiero; 90% ciclabile

Se fino ad oggi non avete ancor trovato una vera sfida che fa per voi, eccola! Una magnifica discesa che vi porta attraverso strade, pascoli, sentieri e vecchie mulattiere, passando per alcuni angoli molto suggestivi della Valposchiavo. Possibilità di ristoro a Ospizio Bernina, Sfazù, San Carlo e Poschiavo.

Discesa impegnativa con difficoltà tecniche specialmente nella prima parte fino al ponte tra le due Dogane. Poi fino alla Rösa su un magnifico sentiero molto scorrevole prima di seguire un lastricato di nuovo abbastanza impegnativo.

Per ulteriori informazioni:

Ursula Maag • Ente Turistico Valposchiavo • +41 81 844 05 71 • ursula.maag@valposchiavo.ch

ENTE TURISTICO VALPOSCHIAVO ● CH-7742 Poschiavo T +41 81 844 05 71 ● info@valposchiavo.ch ● www.valposchiavo.ch

Fonte Publiredazionale

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Può interessarti