Col d’Izoard da Cesana – Itinerario cicloturismo su strada

Di GIANCARLO COSTA ,

Apertura Itinerario Col d'Izoard
Apertura Itinerario Col d'Izoard

Il Col d’Izoard è una salita epica del Tour de France ed è meta tutti i giorni dell’estate di un vero e proprio pellegrinaggio di ciclisti di ogni età e nazione. La salita classica è da Briançon, ma in questo caso è stata effettuata partendo da Cesana (quota 1350m), provincia di Torino, salendo a Claviere (quota 1760m), quindi al colle del Monginevro (quota 1860m), scendendo a Briançon (quota 1200m), per poi salire al Col d’Izoard (quota 2360m).

Sulla porta d’ingresso della città vecchia di Briançon, è posta una targa ricordo per Gino Bartali, che ha vinto 2 volte il Tour de France e 3 tappe con arrivo a Briançon, un bell’omaggio dei francesi ad un mito del ciclismo italiano e mondiale.

Da Briançon si va verso il centro del paese, si cercano le indicazioni per il Col d’Izoard e Cervieres. Da qui iniziano 20 chilometri di salita con 1100 metri di dislivello, con una pendenza media del 7%, anche se la salita è a “gradoni”, cioè si alternano strappi duri a tratti più pianeggianti. Da Briançon si arriva a Cervieres (quota 1612m), si continua a destra senza entrare nel centro abitato. Qui inizia la parte più dura della salita. Si raggiunge le Laus (quota 1745m), ultimo centro abitato, quindi dopo un lungo rettilineo inizia una serie di tornanti. Usciti dal bosco si intravede il colle e la parte alta del percorso. Si passa accanto al Refuge Napoleon (quota 2257m) e con gli ultimi ampi tornanti, dove ci sono i fotografi che immortalano il passaggio di bici e moto per poi vendere le fotografie, quindi si arriva al Col de l’Izoard (quota 2360m).

In discesa seguire il percorso di salita al contrario per rientrare a Briançon, risalire fino al Colle del Monginevro con altri 600 metri di dislivello spalmati sui lunghi tornanti che mettono in croce le gambe se si hanno finito le energie. Dal Colle del Monginevro inizia la discesa finale prima su Claviere e poi su Cesana.

LUNGHEZZA: 84 km (42 km andata + 42 km ritorno)
DISLIVELLO: 2200 metri (500+1100+600)
PERIODO CONSIGLIATO da Giugno a Ottobre

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti