Cargo bike elettriche, Oslo premiata per incentivi

Di EMANUELE ZANGARINI ,

Corriere in bicicletta, ad Oslo sperimentazione con le cargo bike. Foto: Liv Jorun Andenes (twitter).
Corriere in bicicletta, ad Oslo sperimentazione con le cargo bike. Foto: Liv Jorun Andenes (twitter).

La Cycling Embassy of Denmark ha premiato la città norvegese di Oslo per quanto fatto a favore della ciclabilità. Particolarmente apprezzato è stato l’incentivo all’acquisto di cargo bike a pedalata assistita. La premiazione è avvenuta a margine del convegno Velo-city 2017 nei Paesi Bassi.

Le cargo bike sono utilizzate da individui, corrieri e piccoli negozi per trasportare i prodotti o la spesa, in questo modo sostituendo i mezzi a motore. Per ridurre le auto in città la municipalità della capitale norvegese ha deciso così di incentivare l’acquisto di questi mezzi contribuendo per circa un quarto alla spesa per l’acquisto.

Corrieri in bicicletta

In un esperimento pilota, le cargo bike sono utilizzate anche dal corriere DHL per consegnare a Oslo i pacchi precedentemente lasciati dai furgoni in un punto di raccolta fornito gratuitamente dalla municipalità ai corrieri.

In questo modo i furgoni dei corrieri dovranno solo recarsi al punto di raccolta per scaricare i pacchi che saranno smistati dai corrieri sulla cargo bike. In questo modo si ridurranno i posteggi selvaggi, rumore e inquinamento causati dai corrieri mentre l’azienda ridurrà i costi di questi micro-spostamenti. La sperimentazione continuerà per tutto il 2018.

In centro non si posteggia

Verdi e socialisti che hanno vinto le elezioni dell’ottobre 2015 hanno imposto alla città l’abbandono dell’uso dell’auto nel centro cittadino entro il 2019.

Questo ambizioso piano è stato però recentemente ridimensionato in favore di un divieto di posteggio nella parte più centrale di Oslo. Rispetto all’alternativa del bando completo le associazioni dei commercianti hanno tirato un sospiro di sollievo.

I posteggi per le auto in una zona di 1,7 chilometri quadrati saranno quindi riutilizzati come spazi di aggregazione e posteggi per biciclette e per favorire la ciclabilità cittadina.

Benefici economici

Se come un recente studio britannico sostiene i posteggi per bici rendono in acquisti cinque volte i posteggi per auto per metri quadrati occupati i commercianti del centro cittadino potranno sperimentare una inaspettata boccata d’ossigeno proprio dai provvedimenti a favore delle due ruote che hanno contestato.

Foto: Liv Jorun Andenes, comunicazione per l’assessorato Oslo alla bicicletta

  • Curo le rubriche di ambiente, energia, della ciclabilità e della mobilità sostenibile di bici.tv e outdoorpassion.it. Seguo la parte tecnico-informatica di Outdoor Passion dal 2007 quando portava il nome di Sport Communities. Twitter: @emazangarini Facebook: emanuele.zangarini

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti