Belvì Trail: da venerdì 21 settembre dalla Barbagia al mare e ritorno

Di GIANCARLO COSTA ,

Belvi Trail (foto Katia Marotto)
Belvi Trail (foto Katia Marotto)

Si chiama Belvì Trail ed è un evento in mountain bike, giunto alla seconda edizione, che ciascun partecipante interpreta come meglio preferisce, con spirito sportivo e quindi con un occhio all’orologio, oppure con spirito turistico, pernottando negli alberghi e nei b&b lungo il percorso. Tre percorsi di diversa lunghezza: 100, 160 o 200 chilometri, col tempo da gestirsi in totale autonomia, confidando sulla traccia gps e sulle istruzioni del quaderno di viaggio.
Il percorso non sarà segnalato e farà parte dell'avventura per ciascun partecipante scoprire di volta in volta la strada giusta seguendo la traccia gps che l'organizzazione consegnerà a tutti gli iscritti pochi giorni prima della partenza, in modo che si parta alla pari, senza che nessun partecipante abbia avuto modo di studiare il percorso prima. Ogni quaranta o cinquanta chilometri si troveranno dei check point e lì sarà possibile leggere l'andamento della percorrenza di chi precede, prendere acqua potabile, ricevere assistenza, fermarsi a riposare o a dormire al coperto e magari fare una doccia. Dal momento che alcuni check-point saranno ubicati presso strutture ricettive, sarà possibile con un costo extra usufruire anche di un trattamento turistico, con cena, camera con bagno e colazione.

Si parte la mattina di venerdì 21 settembre per le lunghezze di 160 e 200 km o la mattina di sabato 22 settembre per la lunghezza di 100 km, sempre dal centro storico di Belvì, il grazioso paese della Barbagia attivo da anni nella promozione del territorio e della mountain bike. Gli atleti più veloci potrebbero impiegare meno di 24 ore anche per il percorso più lungo, i turisti occuperanno interamente i tre giorni del fine settimana. Non c’è un tempo massimo per completare il percorso e ciascuno si gestisce in totale libertà i tempi e i luoghi delle soste per mangiare e dormire, ma è obbligatoria la registrazione del passaggio presso i check-point.
Possono partecipare tutti coloro, anche semplici appassionati ed escursionisti non tesserati ad alcun ente, che consegneranno all'organizzazione nei tempi previsti il certificato medico, i propri dati e la quota di partecipazione (50 € per chi si iscrive entro domenica 26 agosto, 60 € per chi si iscrive da lunedì 27 agosto a domenica 16 settembre). Il pernottamento, in sacco a pelo e materassino, sarà gratuito presso il quartier generale del Belvì Trail e presso i check-point.

Da Belvì si percorreranno sterrate, mulattiere e sentieri attraverso boschi di castagno, pascoli, leccete e praterie in quota, per arrivare nel paese di Villanova Strisaili (famoso per il record mondiale della longevità maschile) e da qui iniziare la lunga discesa verso il mare, con l’arrivo nella incantevole spiaggia di Lotzorai, a pochi km da Baunei e Tortolì. Sono numerose le aree sarde coinvolte – Barbagia di Belvì, Mandrolisai, Gennargentu, Ogliastra interna, Ogliastra costiera e Barbagia di Seulo – tutte battute palmo a palmo alla ricerca dei sentieri più belli e della combinazione di percorsi per evitare quanto più possibile le strade asfaltate. Chi vorrà avere certificata la propria prestazione dovrà consegnare la traccia gps attiva (il file del gps che, come una scatola nera, registra esattamente il percorso svolto e dimostra che non è stato tagliato).
Il Belvì Trail è organizzato da Sardinia Biking (www.sardiniabiking.com), la società sarda di cicloturismo e mountain bike che vanta la maggiore offerta di escursioni e tour, in collaborazione con l’associazione sportiva Àcua Bentu Terra, il Comune di Belvì e il Centro Commerciale Naturale dello stesso paese. «È un evento in cui si crea il senso di comunità - spiega il sindaco di Belvì Sebastiano Casula, ciclista egli stesso - in un’epoca di condivisione virtuale questo trail diventa un’occasione di condivisione reale, con ciclisti di tutta la Sardegna e di altre regioni italiane che si incontrano, si confrontano e si uniscono».
Per chi arriva dalla Penisola o dall’estero l’organizzazione si avvale dell’assistenza di un tour operator che propone le soluzioni di viaggio più adeguate a ciascun partecipante.
Col Belvì Trail la Sardegna conferma la sua presenza attiva nel movimento italiano dei trail e del bikepacking, il viaggiare in bici, spesso in mountain bike, con borse specifiche senza l’uso di portapacchi. È un tipo di ciclismo in crescita anche presso i bikers sardi, stimolati dal fatto che da qualche anno si svolge con puntualità all’inizio della primavera il Sardinia Divide, la traversata della Sardegna in mountain bike da costa a costa (www.sardiniadivide.com) e, a primavera inoltrata, la MyLand MTB NON STOP (www.mylandbikefestival.it). Quest’ultima dura quattro giorni e si svolge nella Marmilla, una subregione centrale dell’Isola, con la percorrenza di trail lunghi da 120 a 440 km.

Info
https://belvitrail.jimdo.com/
info@sardiniabiking.com
Tel. 349.342.00.05

Fonte organizzazione

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti