Sicurezza in bicicletta: parte 1ª

Di EMANUELE ZANGARINI ,

In questa serie di articoli vogliamo proporvi alcuni consigli per chi si muove in bicicletta. Abbiamo scelto i manuali sulla sicurezza ciclabile elaborati dal Comune di Reggio Emilia e usati fra le altre anche dalla Provincia di Trento.

Incominciamo con alcune nozioni elementari:

  1. Scegli un percorso adeguato: se sei abituato a percorrere un certo tragitto in auto valuta percorsi alternativi, privilegiando piste ciclabili e strade poco trafficate. Renderanno il tragitto non solo più sicuro e salubre, ma anche più gradevole!
  2. Renditi visibile: fanali a batterie o meglio a dinamo ti rendono visibile in gallerie e di sera mentre i giubbotti catarifrangenti sono un buon supplemento.
  3. Fatti sentire e guardati le spalle: usa il campanello per farti sentire da pedoni e vetture. Se devi installarne uno, scegli un campanello che sia ben udibile a distanza. Installa uno specchietto retrovisore da manubrio per evitare impatti posteriori.
  4. Guarda in faccia gli automobilisti: alle volte gli automobilisti sono distratti. Cerca il contatto oculare con l'automobilista per capire quando rallentare o frenare.
  5. Usa le braccia per segnalare l'intenzione di svoltare e agli incroci non fare troppo affidamento agli indicatori di direzione degli automobilisti: alle volte si scordano di usarli.

Nel prossimo articolo della serie vi proporremo alcuni suggerimenti su come evitare alcuni degli incidenti in bicicletta più diffusi.

Per saperne di più

  • Curo le rubriche di ambiente, energia, della ciclabilità e della mobilità sostenibile di bici.tv e outdoorpassion.it. Seguo la parte tecnico-informatica di Outdoor Passion dal 2007 quando portava il nome di Sport Communities. Twitter: @emazangarini Facebook: emanuele.zangarini

Può interessarti