Area 47, un parco giochi per i biker

Di ALBERTO ,

jpg
jpg

Il parco si trova nella valle di Soelden, vallata austriaca posta al centro del Tirolo. È dotato di salite che conducono ai magnifici passi alpini che la circondano. E soprattutto, esiste un paradiso per la mtb: l’Area 47. 

Un parco outdoor con più di 400 km di sentieri sia per chi ama la conquista della salita, sia per chi preferisce l’adrenalina della discesa fra drop e wall ride, sfruttando l’impianti di risalita aperti anche d’estate.

L’Oetztal è una vallata che si trova a pochi passi dall’Italia e vi si accede dall’Intal, oppure dal suggestivo Passo Rombo, che la collega direttamente al territorio italiano. Si presenta come località estiva per vacanze salutari, dove ritemprarsi dallo stress cittadino, lontano dai luoghi affollati. Assoluto relax per chi cerca il totale riposo, ma anche sano sport per i più attivi.

Per gli amanti della mtb, l’ara è un vero e proprio Eldorado. Oltre 420 km di percorsi di diversa difficoltà che offrono adrenalina pura. Il Singletrail è un percorso di questi e parte da 3.058 m e scende nell’abitato di Soelden, il più importante centro della valle. I Tracciati sono 300, suddivisi per grado di difficoltà che la regione del Tirolo ha creato e omologato. 26.000 i metri di dislivello complessivo.

La località di Hochgurgl presenta due nuovi tracciati tra il rifugio Top Mountain Star/Wurmkogl e la frazione di Untergurgl. Il punto di partenza è raggiungibile con gli impianti di risalita ed il resto del tracciato si snoda su un terreno alpino molto tecnico che porta a fondovalle. Per chi vuole andare veramente in alto c’è la novità già accennata del Singletrail, un percorso che parte da oltre 3.000 m sopra l’abitato di Soelden. La vetta è raggiungibile con la cabinovia e poi si scende verso valle attraverso un itinerario mozzafiato che si lascia dietro circa 1.700 m di dislivello. La ripidissima parete iniziale offre una buona dose di adrenalina, per poi proseguire lungo i costoni ghiaiosi e le malghe alpine fino a giungere nel fondovalle. Anche se non si tratta di un percorso per il downhill, sono stati inseriti alcuni elementi come Roll Over, Flow Master e Wall Ride per movimentare la spettacolare discesa.

Insomma, il tracciato è pensato per uomini duri, per biker ben allenati e abituati a percorsi alpini estremi.

I percorsi e i sentieri sono molti ed è legittima la paura di smarrire la rotta. Nessun timore. La casa editrice Kompass, specializzata in carte topografiche dedicate a escursionisti e ciclisti, ha pubblicato un’apposita cartina mtb per la valle dell’Oetztal. Contiene tutti i percorsi suddivisi per grado di difficoltà e relative altimetrie. Per ulteriori informazioni c’è il sito web www.oetztal.com dove è possibile scaricare i tracciati mtb e visionarli virtualmente. All’interno dell’area, comunque, la segnaletica è costante ed efficace.



Può interessarti