Giro d’Italia Virtuale: l’Astana di Fuglsang e Lutsenko vincono sulla salita di Sestriere

Jakob Fuglsang vince la tappa Sestriere del Giro d'Italia Virtuale (foto federciclismo)

È stata l'Astana Pro Team a vincere la sesta frazione del Giro d'Italia Virtual: 31,5 km e 1.180 metri di dislivello con l'arrivo in salita di Sestriere, parte finale della tappa 20 della Corsa Rosa (Alba - Sestriere, da Briancon).
Jakob Fuglsang (1:06'04", miglior tempo individuale) e Alexey Lutsenko hanno fatto segnare il miglior tempo complessivo, 2:13'24", regalando il successo a l'Astana Pro Team, precedendo la Bardiani CFS Faizanè di 5'47" e la Nazionale Italiana di 10'46".
Il ...

Continua a leggere

L’UCI vara i nuovi calendari: il Giro d’Italia dal 3 al 25 ottobre, si inizia con le Strade Bianche l’1 agosto

Carapaz vincitore del Giro d'Italia 2019 (foto Palumbo)

L’Unione Ciclistica Internazionale ha resi noti oggi i calendari UCI WorldTour per uomini e donne. La stagione comincerà il 1° agosto con le Strade Bianche, sia per gli uomini che per le donne, e terminerà in Spagna l’8 novembre, con la Vuelta (uomini) e Ceratizit Madrid Challenge (donne).
Il Giro d’Italia si correrà dal 3 al 25 ottobre; le due classiche monumento rispettivamente l’8 agosto (Milano Sanremo) e il 31 ottobre (Lombardia). Le altre gare in Italia saranno la ...

Continua a leggere

Vent’anni fa moriva Gino Bartali, un Campione unico dello sport italiano

Gino Bartali (foto news24)

Vent’anni fa, il 5 maggio 2000, moriva Gino Bartali, un Campione unico dello sport italiano. Professionista dal 1934 al 1954, soprannominato Ginettaccio, vinse tre Giri d'Italia (1936, 1937, 1946) e due Tour de France (1938, 1948), quattro Milano-Sanremo e tre Giri di Lombardia e un’infinità di altre gare.

Ma la storia di Gino Bartali non si lega in modo esclusivo con lo sport, ma anche con la vita del nostro paese. In particolare, la sua vittoria al ...

Continua a leggere

FASE 2: chiarimenti riguardo l'attività sportiva dal 4 maggio, anche lontano da casa

Linee guida del Governo per l'attività sportiva

Pubblicate sul sito del Governo alcune note esplicative riguardo la riapertura dell'attività sportiva dal 4 maggio che riguardano anche l'uso della bicicletta.

Sono state pubblicate, sul sito del Governo le risposte ad alcuni dei dubbi relativi la FASE 2 che partirà dal 4 maggio. Per quanto riguarda l’attività sportiva, in osservanza delle disposizioni governative – fatte salve le disposizioni delle singole Regioni indicate in calce e fatta salva ogni eventuale ed ulteriore indicazione interpretativa dovesse giungere nei ...

Continua a leggere

#IoVadoInBici e rispetto il decalogo per allenarmi in sicurezza

iovadoinbici

Si è tenuto ieri uno speciale Consiglio Direttivo dell’Associazione Corridori Ciclisti Professionisti Italiani (ACCPI) allargato a tutti gli atleti della massima categoria interessati a conoscere gli aggiornamenti sull'operato del proprio sindacato in questo periodo di emergenza causata dal Covid-19. Il presidente Cristian Salvato con i vicepresidenti Alessandra Cappellotto e Matteo Trentin si sono confrontati virtualmente, ma quanto mai in modo schietto, con gli associati illustrando quanto è stato fatto a livello nazionale e internazionale, grazie al CPA, per fronteggiare i ...

Continua a leggere

Fase 2: la nuova campagna FIAB #PRIMALABICI

FIAB Primo Maggio PRIMALABICI

La FIAB - Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta promuove l’uso della bici, come mezzo sicuro e sostenibile per se stessi e per gli altri negli spostamenti casa-lavoro.
E auspica che il Governo autorizzi da subito la riapertura dei negozi di vendita di biciclette.

Con l’avvicinarsi della cosiddetta Fase 2 e del graduale ritorno a una nuova normalità, il tema della mobilità urbana e degli spostamenti in sicurezza è, da settimane, al centro del dibattito. FIAB - Federazione Italiana Ambiente ...

Continua a leggere

Il bike sharing alla prova del coronavirus: le domande da farci per evitare l'auto

Un servizio di bike sharing davanti ad una stazione ferroviaria. La mobilità dolce rischia di venire schiacciata da un nuovo aumento delle automobili.

Che fine faranno le buone intenzioni delle amministrazioni locali e nazionali sulla mobilità ciclabile e condivisa dopo la stretta sul trasporto pubblico causata dalla gestione dell’epidemia COVID-19?

Abbiamo già citato le proposte dei ciclo-attivisti per arginare l’assalto all’automobile che rischia di paralizzare le città italiane e alcune proposte di specialisti della mobilità dolce ma come ci sposteremo quando proveremo a tornare alla nuova normalità dal 4 maggio?

Per rispondere a questa domanda, l’Osservatorio Nazionale sulla Sharing Mobility ...

Continua a leggere

Giro d’Italia Virtual: l’Androni Giocattoli – Sidermec vince la tappa Nove Colli

L'Androni Giocattoli Sidermec vince la tappa Nove Colli del Giro d'Italia Virtual (foto federciclismo)

È stata l'Androni Giocattoli - Sidermec a vincere la seconda frazione del Giro d'Italia Virtual: 32.7 km collinari da Linaro a Sogliano al Rubicone, parte del percorso della tappa 12 della Corsa Rosa Cesenatico-Cesenatico (Nove Colli). Matteo Spreafico (miglior tempo individuale 0:58'08") e Luca Chirico hanno fatto segnare il miglior tempo complessivo, 2:03'15", regalando il successo all'Androni Giocattoli - Sidermec, precedendo l'Astana Pro Team di 3'01" e la Nazionale italiana di 11'53".

Il team kazako, ...

Continua a leggere

Sulla cresta dell’onda, Nencini e quel 1960

Sulla cresta dell’onda, Nencini e quel 1960

Organizzata dalla Fondazione Arezzo Intour e dall’Associazione “Arditi del ciclismo”, mercoledì 22 aprile è stato presentato il libro “Sulla cresta dell’onda, Nencini e quel 1960”, che ha visto protagonista l’autore Giovanni Nencini intervistato da Mauro Messeri.

È stata senza dubbio una presentazione insolita per il libro, “Sulla cresta dell’onda, Nencini e quel 1960”, lavoro editoriale dedicato a Gastone Nencini, indimenticabile campione del ciclismo, scritto dal figlio Giovanni.
La presentazione avvenuta in una conferenza virtuale organizzata dalla ...

Continua a leggere

Ciao Michele

Michele Scarponi sul Colle dell'Agnello nel Giro d'Italia 2016

Il 22 aprile 2017 moriva Michele Scarponi travolto da un furgone mentre si allenava sulle strade di casa, nella sua Filottrano, nelle Marche.
Michele era appena tornato dal Tour of the Alps, dove aveva vinto la prima tappa, con la maglia dell'Astana, con cui avrebbe dovuto correre il Giro d’Italia con il gradi di capitano. Professionista dal 2002, grande scalatore, aveva vinto il Giro d'Italia 2011 dopo la squalifica di Alberto Contador. Nello stesso anno vinse il Giro del Trentino ...

Continua a leggere