Tour de France: Soren Kragh Andersen vince tappa 19 a Champagnole

Di GIANCARLO COSTA ,

Roglic Pogacar Carapaz e Bennet le maglie del Tour de France (foto cyclingnews)
Roglic Pogacar Carapaz e Bennet le maglie del Tour de France (foto cyclingnews)

La 19ma tappa del Tour de France regala la seconda perla personale di Soren Kragh Andersen che vince solitario a Champagnole. Alle sue spalle si consuma la lotta per la maglia verde con Sam Bennett che controlla Peter Sagan e Matteo Trentin e li anticipa sul traguardo insieme ad un gruppetto di fuggitivi. Tappa di tranquillità, potremo definire di spostamento, per gli uomini di alta classifica che domani dovranno affrontare l'ultima grande fatica: la crono Lure - La Planches Des Belles Filles, di 36,3 km, con tratto finale in salita.

Roglic, stante anche le sue caratteristiche nelle prove contro il tempo, si ritrova sulle spalle una maglia gialla sempre più salda e pregusta già il suo arrivo a Parigi. Da parte sua Pogacar si trova tra due fuochi: potrebbe tentare l'ultimo assolto alla leadership, poi non così lontana, ma potrebbe anche subire l'attacco al suo secondo posto da parte di Miguel Angel Lopez, che lo marca a circa 30".
Si sa che nelle crono finali conta più l'energia rimasta che le caratteristiche tecniche, pertanto azzardare un'ipotesi diventa quanto mai difficile. Tutte queste cose devono aver pensato gli uomini di classifica oggi mentre pedalavano verso Champagnole. Alla fine ha prevalso la prudenza. Meglio non bruciare energie in una tappa che offriva poche opportunità per attaccare.

Hanno attaccato, però e come è tradizione, in tanti. Fino ad arrivare alla fuga decisiva con dentro anche gli uomini in corsa per la maglia verde: Luke Rowe (Ineos), Peter Sagan (Bora-Hansgrohe), Oliver Naesen (Ag2r La Mondiale), Sam Bennett e Dries Devenyns (Deceuninck-Quick Step), Jasper Stuyven (Trek-Segafredo), Greg van Avermaet e Matteo Trentin (CCC Team), Jack Bauer e Luka Mezgec (Mitchelton-Scott), Nikias Arndt e Soren Kragh Andersen (Team Sunweb) .
Nella salita finale accende la miccia Matteo Trentin (ottimo Tour il suo, come anche quello di Damiano Caruso, che vede il 10° posto nella generale alla sua portata), lo insegue subito Peter Sagan. Appena la strada inizia a scendere scatta Soren Kragh Andersen che fa il vuoto e vola a prendersi la seconda tappa al Tour de France.

Fonte federciclismo

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti