Tour de France: “Purito” Rodriguez vince la tappa di Plateau de Beille, Froome sempre in maglia gialla, Nibali in ripresa 9º

Di GIANCARLO COSTA ,

Purito Rodriguez vince la tappa di Plateau de Beille (foto fb Rodriguez)
Purito Rodriguez vince la tappa di Plateau de Beille (foto fb Rodriguez)

Tappa n° 12 al Tour de France, 195 km da Lannemezan a Plateau de Beille, terza tappa del trittico Pirenaico, tappa importante per il dislivello, con 4 Gran Premi della Montagna, e per la storia, visto che qui vinse Marco Pantani. Ma oggi festeggia la vittoria Joachim “Purito” Rodríguez del Team Kathusha, catalano che vive a 50 km nel principato di Andorra. Per lui era quasi un arrivo in casa, e se l'è preparato alla grande, andando in fuga dal mattino, e con un finale dove ha staccato Fuglsang, Bardet e dopo aver ripreso Kwiatkowski è andato a vincere in solitudine. Un altro numero dopo la vittoria in Belgio nella tappa che finiva sul muro di Huy.

Completano il podio di tappa alle sue spalle Jakob Fuglsang e Romain Bardet.

Nel gruppo maglia gialla, quando iniziano a fare sul serio nella salita finale, dopo un'andatura quasi cicloturistica per tutta la tappa, rimangono una decina e qui iniziano gli attacchi. Prima Contador e poi uno deciso di Vincenzo Nibali, che impegna la Sky a riprenderlo. Poi attaccano i Movistar, con Quintana e Valverde, ma Froome ha sempre risposto. Il gruppo, che ha chiuso a quasi 7 minuti da Rodriguez, è stato regolato da Valverde, che ha guadagnato 1" a Froome, con Quintana a ruota. Maglia gialla che resta a Chris Froome con 2'52" su Van Garderen e 3'09" su Quintana.

Per Vincenzo Nibali giornata in ripresa, dopo che il boss dell'Astana, Vinokourov, l'ha praticamente defenestrato dal ruolo di leader con le sue dichiarazioni, una grave mancanza di rispetto per il campione siciliano che solo 12 mesi fa il Tour l'ha vinto dominandolo.

Comunque ora Nibali è 9° a 7'47” da Froome e magari sulle Alpi potrà cercare una vittoria di tappa che ridarebbe morale anche a tutto il ciclismo italiano, quest'anno così avaro di soddisfazioni al Tour de France.

Classifica di tappa

1 Joaquim Rodriguez (Spa) Team Katusha 5:40:14

2 Jakob Fuglsang (Den) Astana Pro Team 0:01:12

3 Romain Bardet (Fra) AG2R La Mondiale 0:01:49

4 Gorka Izagirre (Spa) Movistar Team 0:04:34

5 Louis Meintjes (RSA) MTN - Qhubeka 0:04:38

6 Jan Barta (Cze) Bora-Argon 18 0:05:47

7 Romain Sicard (Fra) Team Europcar 0:06:03

8 Mikael Cherel (Fra) AG2R La Mondiale 0:06:28

9 Alejandro Valverde (Spa) Movistar Team 0:06:46

10 Christopher Froome (GBr) Team Sky 0:06:47

Classifica generale

1 Christopher Froome (GBr) Team Sky 6:50:32

2 Tejay Van Garderen (USA) BMC Racing Team 0:02:52

3 Nairo Quintana (Col) Movistar Team 0:03:09

4 Alejandro Valverde (Spa) Movistar Team 0:03:58

5 Geraint Thomas (GBr) Team Sky 0:04:03

6 Alberto Contador (Spa) Tinkoff-Saxo 0:04:04

7 Robert Gesink (Ned) Team LottoNL-Jumbo 0:05:32

8 Tony Gallopin (Fra) Lotto Soudal 0:07:32

9 Vincenzo Nibali (Ita) Astana Pro Team 0:07:47

10 Bauke Mollema (Ned) Trek Factory Racing 0:08:02

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Può interessarti