Marcialonga Cycling Craft a fine maggio, con il fondista norvegese Jørgen Aukland, vincitore della Marcialonga 2012, al via

Di GIANCARLO COSTA ,

Il gruppo al Passo San Pellegrino
Il gruppo al Passo San Pellegrino

Le valli di Fiemme e Fassa aspettano la 6.a Marcialonga Cycling Craft. Al via ci sarà il fondista norvegese Jørgen Aukland, vincitore della Marcialonga 2012. Un fine settimana di grande ciclismo a ridosso del Giro d’Italia. La Marcialonga Cycling Craft fa parte dei circuiti Nobili/Supernobili e Challenge Giordana

Che si tratti di sci di fondo, ciclismo su strada o corsa, basta dire Marcialonga per far battere il cuore degli sportivi, meglio ancora se scandinavi.

La passione di norvegesi e svedesi per la Marcialonga di Fiemme e Fassa, la granfondo invernale più partecipata d’Italia, si estende anche alla primavera e alla Marcialonga Cycling Craft, l’appuntamento di ciclismo su strada che il prossimo 27 maggio a Predazzo (TN) festeggerà il 6° compleanno.

Tra i “vichinghi” che si sono iscritti alla granfondo trentina, insieme a ciclisti di 14 differenti Paesi, c’è anche il norvegese Jørgen Aukland, fondista classe 1975 che parteciperà per la prima volta alla Marcialonga Cycling Craft.

Debutto alla Marcialonga del pedale ma non certo alla Marcialonga, dato che il nome di Jørgen Aukland è strettamente collegato a quello della manifestazione sugli sci stretti, come dimostra il fatto che, dal 2003 ad oggi, non ha mai saltato un’edizione dell’arcinota granfondo invernale. Il fondista di Tønsberg ha all’attivo diversi podi alla gara trentina, con i terzi posti del 2004 e 2010, i secondi del 2007, 2008 e 2009 e, infine, le tre belle vittorie del 2003, 2006 e dello scorso gennaio, quando precedette sul traguardo di Cavalese il fratello maggiore Anders (due volte vincitore della Marcialonga invernale).

Il nome di quest’ultimo non è nuovo alla Marcialonga Cycling Craft: anche Anders, esattamente come il fratellino Jørgen, si era iscritto alla granfondo ciclistica trentina subito dopo aver trionfato nella Marcialonga sugli sci da fondo, precisamente quattro anni fa. Il maggiore dei tre fratelli Aukland (oltre a Jørgen c’è anche Fredrik, allenatore del vincitore della Coppa del Mondo di fondo 2012 Dario Cologna e del Team Xtra Personell delle lunghe distanze) era pronto a cogliere un bel successo estivo nelle tanto care valli di Fiemme e Fassa, un trofeo da mettere in bacheca insieme all’oro di Salt Lake City, alle medaglie mondiali e all’ingombrante palmarès invernale. Purtroppo una leggera influenza gli aveva impedito di prendere parte alla Marcialonga Cycling Craft 2008, vissuta da spettatore anziché da granfondista, quest’anno toccherà dunque al fratello più giovane Jørgen provare a scrivere il nome degli Aukland anche nell’albo d’oro della Marcialonga a due ruote.

Come di consueto la gara trentina proporrà due percorsi, un Mediofondo di 80 km con un dislivello di 1.894 metri ed una pendenza massima del 18,2%, e un Granfondo di 135 km e un dislivello di 3.279 metri, dove la pendenza massima arriva quasi al 20% e, come lo scorso maggio, anche questa primavera partenza e arrivo saranno nel centro di Predazzo, in piazza SS. Filippo e Giacomo.

A caratterizzare la Marcialonga Cycling Craft 2012 c’è la vicinanza con il Giro d’Italia, che passerà dalla Val di Fiemme venerdì 25 maggio, ovvero giusto due giorni prima che la granfondo trentina festeggi la 6.a edizione. Ad interessare i territori dei “marcialonghisti” sarà la 19.a tappa della corsa rosa, 197 km di spettacolo che, passando per Molina, Castello di Fiemme, Cavalese e Tesero si concluderanno sull’Alpe di Pampeago, dopo aver percorso una bella fetta del tracciato della Marcialonga Cycling Craft.

Due appuntamenti affini per contenuti e calendario che gli organizzatori, guidati da Alfredo Weiss e Gloria Trettel, hanno pensato bene di valorizzare proponendo ai concorrenti delle soluzioni di soggiorno ad hoc. In accordo con l’Azienda turistica locale è stato pensato uno speciale pacchetto vacanza, dal nome significativo “Sulle tracce dei campioni”, con offerte per due o tre notti, comprensive di escursioni in bici nei giorni di giovedì 24 e sabato 26 sulle tracce, appunto, del Giro d’Italia e della Marcialonga Cycling Craft. Inoltre saranno compresi altri servizi, tra cui il pullman per l’assistenza meccanica e la navetta per raggiungere l’arrivo di tappa del 25 maggio a Pampeago, proposto per la 5.a volta nella storia del Giro d’Italia.

L’organizzazione trentina di casa Marcialonga muove i propri ingranaggi durante tutto l’anno, insieme alla granfondo invernale e alla Marcialonga Cycling Craft c’è anche la podistica Marcialonga Running di inizio settembre, che ripercorre parte del tracciato di sci di fondo, ma con le scarpette ai piedi.

Le tre competizioni formano la Combinata Punto3Craft, una speciale classifica che somma i tempi delle varie prove targate Marcialonga (sci di fondo, bici e corsa); oltre ad essere inserita nella Combinata Punto3Craft la Marcialonga Cycling Craft 2012 fa parte dei circuiti Nobili/Supernobili e Challenge Giordana.

Le iscrizioni alla Marcialonga Cycling Craft sono in corsa e, fino al 30 aprile, la quota da versare resterà bloccata a 28 Euro, mentre poi sono previsti dei leggeri aumenti.

Info: www.marcialonga.it

Fonte Newspower

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Può interessarti