Iron Bike: entra nel vivo la gara a tappe di MTB sulle montagne piemontesi

Di GIANCARLO COSTA ,

Ismael Sanchez Ventura.jpg
Ismael Sanchez Ventura.jpg

Barge (CN). La seconda tappa di questa 18^edizione dell’Iron Bike ha condotto gli atleti da San Damiano Macra a Barge attraverso le Valli Maira, Varaita, Infernotto e Po.

Tappa ostica dal punto di vista tecnico ed altimetrico, 116 km, che si è snodata su di un percorso in gran parte inedito per gli habituè del raid ciclistico. I primi 70 chilometri, che hanno coinciso con il percorso della prima prova speciale di giornata, sono stati una cavalcata senza respiro tra l’ascesa del Monte Bellino (3000 m) e l’impegnativa discesa del Colle della Battagliola (2248 m).

Tra ascese impegnative e discese impervie gli atleti hanno percorso brevi tratti tra le nevi perenni; una delle difficoltà principali di questa terza giornata di gara è stato infatti il continuo cambio di condizioni climatiche, con escursioni termiche molto violente che sicuramente lasceranno il segno soprattutto tra gli atleti non di classifica.

127 gli atleti ancora al via che hanno abbandonato il Campo Base alle ore 7.00 con una temperatura mite di 18°C (molto più alta della media di quella delle ultime fredde giornate).

Per il quinto anno consecutivo la carovana dell’Iron Bike arriva a Barge, come ci spiega l’Assessore allo Sport della cittadina della Valle Po (nonché negli anni concorrente della manifestazione) Paolo Magnano. Uno sforzo comunitario da parte di tutte quelle associazioni come la Protezione Civile, gli Alpini, i dipendenti comunali e tutti i volontari schierati in prima linea per garantire a tutti i partecipanti un’accoglienza sempre calorosa.

La classifica di tappa di oggi ancora una volta ha visto il prevalere del vincitore della passata edizione lo spagnolo Ismael Sanchez Ventura che ha dimostrato ancora una volta tutta la sua grinta ed il suo talento nella prima prova speciale tutta muscoli, lasciando a più di 24 minuti Alessandro Rostagno che pur essendo rovinosamente caduto nella discesa della Battagliola ha raggiunto stoicamente il traguardo. Terzo posto per l’altro spagnolo Milton Ramos distanziato di 25 minuti.

Nella seconda prova speciale vittoria ancora per il leader della classifica con ai due posti d’onore l’altro dei fratelli Rostagno, Luca, giunto a quasi un minuto. Terzo posto per l’atleta belga Elias Van Hoeydonck distanziato di oltre 3 minuti.

Classifica 1^Prova Speciale (km 46)

1. VENTURA SANCHEZ Ismael (SPA) 4:20:13

2. ROSTAGNO ALESSANDRO (ITA) 4:44:42

3. RAMOS Milton (SPA) 5:02:31

Classifica 2^Prova Speciale (km 18)

1. VENTURA SANCHEZ Ismael (SPA) 1:06:56

2. ROSTAGNO Luca (ITA) 1:07:50

3. VAN HOEYDONCK Elias (BEL) 1:10:07

Classifica Generale dopo 2^Tappa

1. VENTURA SANCHEZ Ismael (SPA

Fonte Staff Iron Bike

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Può interessarti