La Canavesana: ciclismo d’epoca eroico – Albiano d’Ivrea (TO)

Di GIANCARLO COSTA ,

La Canavesana, ciclismo d'epoca eroico.jpg
La Canavesana, ciclismo d'epoca eroico.jpg

Domenica 3 giugno 2012 si è svolta ad Albiano d’Ivrea la seconda edizione della manifestazione LA CANAVESANA- ciclismo d’epoca eroico – cicloturistica aperta a tutti riservata a bici da corsa d’epoca (ante 1987), valida come 5a Tappa del Giro d’Italia Bici d’Epoca.

La manifestazione organizzata dal Team Fuori Onda Bike di Albiano d’Ivrea su idea del Presidente Debernardi Luciano, che l’ha fortemente voluta, è interamente dedicata ai Campioni Canavesani e Valdostani che hanno fatto grande il ciclismo nel passato a livello nazionale ed internazionale, Maurice Garin, Riccardo Filippi, Franco Balmamion .

In questa edizione ben 110 gli atleti iscritti provenienti da tutte le parti d’Italia i quali hanno ricevuto all’iscrizione un pacco gara di benvenuto ricco di prodotti locali CANAVESANI (polenta, miele, canestrelli).

Alla presenza dell’Assessore allo Sport della Provincia di Torino, Porqueddu, dell’Assessore alla Viabilità della Provincia, Avetta, delle Autorità Comunali e dei Campioni Canavesani, Riccardo Filippi (Campione del Mondo Dilettanti nel 1953) e Franco Balmamion (Vincitore Giro d’Italia 1962 e 1963) hanno preso il via alle 10,00 per percorrere i 56 km della Canavesana, preceduti da vespe ed auto d’epoca e da un equipaggio della Polizia di Stato dell’Autocentro di Torino con la mitica Giulia.

Il percorso, fisso anche per le prossime edizioni, composto da ben 21 km di strade sterrate, ha toccato alcune delle zone più belle del Canavese:

 il Castello di Masino (residenza principale dei Conti Valperga, ora proprietà del FAI) con la salita dalla “strada delle carrozze”, normalmente chiusa al traffico anche pedonale, molto suggestiva e panoramica,

 il Lago di Viverne, costeggiato su strade secondarie molto panoramiche,

 il Castello di Roppolo (antico maniero del IX secolo) e Villa Rampone (ex Monastero di Santa Margherita) e la Via Francigena

 il Castello di Albiano d’Ivrea (dimora Vescovile ed attuale residenza di Mons Bettazzi) tra vigneti, boschi e campagna,

Il percorso è stato molto apprezzato da parte dei partecipanti per i luoghi attraversati, per la difficoltà ben ripartita e per i lunghi tracciati di strade bianche.

Due punti di punzonatura a sorpresa lungo il percorso, con ristoro di “campagna” servito da collaboratori in costume d’epoca contadina, hanno permesso una pausa di riflessione e conforto agli atleti.

Al rientro ristoro, premio di partecipazione per tutti quelli in regola con la punzonatura , premiazione per i soggetti più eroici ed a seguire pasta party completo (preparato dalla mogli degli organizzatori “le Ondine”).

A contorno della cicloturistica gli organizzatori hanno predisposto:

- una ricca esposizione fotografica composta da 12 pannelli (70x100 allestiti dalla Gazzetta dello Sport) dedicata ai Campioni Piemontesi proveniente dal Consorzio Turistico “Terre di Fausto Coppi” di Novi Ligure, e da altre 18 fotografie d’epoca riguardanti le gesta eroiche dei ciclisti del passato

- bici d’epoca da corsa e da utilità, tra le quali in evidenza si imponeva la bicicletta originale (1890) di Maurice Garin con abbigliamento personale (gentilmente messo a disposizione dalla famiglia e dal Comune di Arvier), una stupenda bici da pompiere munita di manicotto e lancia del Museo dei Vigili del Fuoco di Torino, e la bici originale del Campione Stan Ocker degli anni 50,

- una bici “fissa” denominata “LA CANAVESANA” ideata ed allestita con ruote e manubrio in legno su telaio Wilier ramato del 1985

 un Biciclo degli anni 1920 perfettamente conservato di proprietà di un collezionista privato

Il Presidente al termine della manifestazione nel ringraziare tutti i colloboratori del Team Fuori Onda Bike, l’Amministrazione Comunale, la Protezione Civile, il sig. Merlano Massimo di Novi Ligure, il Sindaco di Arvier (Ao) ha salutato i partecipanti invitandoli fin da ora alla prossima edizione del giugno 2013, ed a promuovere nei loro team e tra gli amici ciclisti questo particolare spirito sportivo e di amicizia che contraddistingue le cicloturistiche d’epoca.

Fonte Team Fuori Onda Bike

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Può interessarti