Ciclismo su strada

Giro d’Italia: a Anterselva vittoria del francese Nans Peters, Carapaz aumenta il vantaggio in Maglia Rosa

Di Giancarlo Costa

Il francese Nans Peters vincitore ad Anterselva

Il francese Nans Peters dell’AG2R La Mondiale, che aveva indossato la Maglia Bianca di miglior giovane a metà Giro, ha vinto in solitaria la Tappa 17 ad Anterselva attaccando la fuga di giornata a 16 km dalla fine. Per il francese è la prima vittoria assoluta sia da professionista che da dilettante. Nans Peter a completato in 181 km della tappa da Commenzadura ad Anterselva in 4h41’34”, media 38,569 km/h, completano il podio Esteban Chaves (Mitchelton ...

Continua a leggere

Giulio Ciccone vince la tappa del Mortirolo, Nibali supera Roglic

Di Giancarlo Costa

Giulio Ciccone vincitore della tappa del Mortirolo (foto cyclingnews)

Tappa mitica la Lovere-Ponte di Legno, che pur avendo rinunciato a scalare il Gavia per il pericolo di ghiaccio e valanghe, ha avuto nella leggendaria salita e discesa del Mortirolo uno dei momenti chiave di questo Giro d’Italia. Un Giro dove ci sono 2 protagonisti italiani: Vincenzo Nibali ora secondo e Giulio Ciccone, maglia azzurra di miglior scalatore, che passa per primo sul Mortirolo e va a vincere sul traguardo di Ponte di Legno la sua seconda tappa dopo ...

Continua a leggere

Dario Cataldo vince la Ivrea-Como, Carapaz e Nibali staccano Roglic

Di Giancarlo Costa

Dario Cataldo vincitore dell'Ivrea Como (1)

Quindicesima tappa del Giro d’Italia, Ivrea-Como, 230 km con gli ultimi 80 che sono la fotocopia del Giro di Lombardia Dopo 10 km parte la fuga di giornata, composta da Mattia Cattaneo e Dario Cataldo, che va finalmente in porto, nonostante che il gruppo dei migliori scateni i fuochi artificiali sulle ultime due salite e soprattutto sulle discese del Sormano e del Civiglio.

Intanto arrivano insieme sul traguardo di Como Cataldo e Cattaneo, con Cattaneo che prova l ...

Continua a leggere

Richard Carapaz tappa e Maglia Rosa a Courmayeur

Di Giancarlo Costa

Richard Carapaz tappa e Maglia Rosa a Courmayeur (1)

Tra i due litiganti, il terzo gode. La sintesi odierna, rischia di essere anche il risultato finale.
A Courmayeur trionfa l’equadoregno Richard Carapaz del team Movistar, già vincitore di tappa a Frascati. Ieri nell’arrivo del Serrù aveva fatto il miglior tempo nei 6 chilometri finali.
Oggi, nella tappa valdostana da Saint Vincent-Courmayeur, tappa breve di 140 km ma con 4000 metri di dislivello, praticamente sempre o salita o discesa, Carapaz è scattato a 2 km dallo scollinamento del ...

Continua a leggere

A Ceresole Reale il camoscio è Zakarin, Polanc conserva la maglia Rosa

Di Giancarlo Costa

Roglic e Nibali duello Tappa Ceresole Lago Serru

Ceresole Reale, la valle Orco e tutto il Canavese aspettavano questa tappa da un anno, anzi da 102 anni visto che mai il Giro d’Italia era arrivato su queste strade, e questa tappa non ha deluso. E’ stata la prima vera giornata in montagna con l’arrivo tra la neve del lago Serrù a quota 2250 metri, che se salterà il Gavia di martedì prossimo, rischia di essere la “Cima Coppi” del Giro d’Italia 2019. Anche il meteo ...

Continua a leggere

Giro d’Italia: la Cuneo-Pinerolo a Cesare Benedetti, Jan Polanc nuova Maglia Rosa

Di Giancarlo Costa

Cesare Benedetti vincitore della Cuneo Pinerolo (foto Bettini Cyclingnews)

Emozioni nella 12a tappa del Giro d’Italia, la Cuneo-Pinerolo, di 145 km, che pur non avendo lo stesso percorso della storica tappa della leggenda di Coppi, è stata combattuta e spettacolare con la prima vera salita del Giro, quella di Montoso. Pronti via e scappa una fuga di 25 corridori che guadagna un quarto d’ora, tra i quali ci sarà la nuova Maglia Rosa Polanc della UAE Emirates, che così passa da un suo corridore, Valerio Conti, ad ...

Continua a leggere

Giro d’Italia: a Modena lo sprint di Demare su Viviani

Di Giancarlo Costa

La volata della decima tappa del Giro d'Italia (foto cyclingnews)

Il corridore francese Arnaud Demare (Groupama - FDJ) ha vinto la decima tappa del centoduesimo Giro d'Italia, da Ravenna a Modena di 145 km. Al secondo e terzo posto si sono classificati rispettivamente Elia Viviani (Deceuninck - Quick-Step) e Rüdiger Selig (Bora - Hansgrohe). La Maglia Ciclamino Pascal Ackermann (Bora - Hansgrohe) coinvolto in una caduta al triangolo rosso dell'ultimo chilometro. Valerio Conti (UAE Team Emirates) ancora in Maglia Rosa di leader della classifica generale.

Classifica 10^ TAPPA

1. Arnaud ...

Continua a leggere

Primoz Roglic vince la cronometro di San Marino, Nibali quarto, Conti sempre in maglia Rosa

Di Giancarlo Costa

Primoz Roglic vincitore della cronometro di San Marino (foto bettini cyclingnews)

Il corridore sloveno Primoz Roglic (Team Jumbo - Visma) ha vinto la nona tappa del centoduesimo Giro d'Italia, la cronometro Individuale da Riccione a San Marino (RSM) Sangiovese Wine Stage di 34.8 km. Al secondo e terzo posto si sono classificati rispettivamente Victor Campenaerts (Lotto Soudal) e Bauke Mollema (Trek - Segafredo). Vincenzo Nibali (Bahrain - Merida) a 1'05". Perdono terreno Simon Yates (Mitchelton - Scott) e Miguel Angel Lopez (Astana Pro Team).

Valerio Conti (UAE Team Emirates) conserva la ...

Continua a leggere

Giro d’Italia: a L’Aquila vince Pello Bilbao, Valerio Conti conserva la Maglia Rosa

Di Giancarlo Costa

Pello Bilbao vince a L'Aquila (foto cyclingnews)

Settima tappa del Giro d’Italia, da Vasto a L’Aquila di 185 km, tappa relativamente breve ma molto dura e spettacolare. La prima fuga è contenuta dalla Bahrain Merida, poi a Chieti è Davide Formolo che porta via la fuga di una dozzina di corridori, con una grande progressione. A 10 km dal traguardo rimangono in 5: Formolo, Bilbao, Gallopin, Mattia Cattaneo e Lucas Hamilton, su cui rientra lo spagnolo Rojas. In vista dell’ultimo chilometro parte lo spagnolo ...

Continua a leggere

A San Giovanni Rotondo Fausto Masnada vince la tappa, Valerio Conti prende la Maglia Rosa

Di Giancarlo Costa

Fausto Masnada trionfa e Valerio Conti prende la Maglia Rosa (foto bettini cyclingnews)

La sesta tappa del Giro d’Italia, la Cassino-San Giovanni Rotondo di 238 km, è stata la festa del ciclismo italiano, soprattutto una speranza per il futuro. Non è stato il solito (San) Vincenzo Nibali ha salvare il ciclismo italiano, ma un trio di giovani di belle speranze e di squadre Professional italiane, che consentono a tanti giovani corridori italiani di gareggiare nel ciclismo di alto livello. Dopo una quarantina di chilometri va via una fuga di 13 corridori ...

Continua a leggere